menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non hanno fogne e nemmeno acqua potabile: ecco come vivono gli abitanti di Finocchio

Sono circa 60 gli abitanti del consorzio compreso tra via Santa Venerina, via di Quarto Grande e via Fosso di Valpignola

Non hanno acqua potabile, né fogne e né la rete del gas. No, non è un paese del terzo mondo, siamo al Municipio VI, nella estrema periferia est di Roma, tra le strade del quartiere Finocchio. Costruite abusivamente, le case sono state poi condonate già a partire dai primi anni ’80 e adesso nel triangolo tra via Santa Venerina, via di Quarto Grande e via Fosso di Valpignola ci abitano circa 60 persone. 

"Da anni portiamo avanti la nostra battaglia"

“Sono anni che portiamo avanti la nostra battaglia ma nessuno ci ascolta, non ci hanno ascoltato i governi precedenti e non ci ascolta questo governo – ha commentato Vito Pulerà, residente della zona – ci prendono tutti in giro, nessuno fa niente”. C’è rabbia a Finocchio per le condizioni in cui sono costretti a vivere gli abitanti delle strade: “Spetta al Comune provvedere alla realizzazione delle opere” ha aggiunto Pulerà. 

Costretti a bollire l'acqua anche per le più elementari faccende domestiche

Una quotidianità difficile quella dei residenti di Finocchio costretti a bollire l’acqua anche per le più elementari faccende domestiche: “Non possiamo vivere così, ci sono anche bambini e anziani” ha concluso. “Ancora una volta i cittadini aspettano il paventato cambiamento annunciato dal Movimento Cinque Stelle e ancora una volta restano delusi  – ha commentato Fabrizio Compagnone, capogruppo PD del Municipio VI – mi attiverò al più presto per capire come l’amministrazione intende far fronte a questo disagio”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento