rotate-mobile
Borghesiana Via del Casale del Finocchio

Borgata Finocchio boccia Alemanno: "Dov'è la sicurezza?"

Il Sindaco in VIII municipio viene pesantemente canzonato dai residenti della zona Finocchio - Pantano: "Subiamo ogni giorno scippi, furti in casa e rapine". Alemanno: "Chiederò di intensificare i controlli"

Non è l'opposizione. Non è Repubblica. Non sono i soliti disfattisti. Stavolta per il sindaco Alemanno la bocciatura arriva direttamente dai cittadini, quelli di una delle estreme periferie romane, Finocchio - Pantano in VIII municipio. Quegli stessi cittadini nei confronti dei quali nel 2008 si impegnò per un vero riscatto e dai quali ricevette una fiducia piuttosto netta che gli consegnò di fatto il Campidoglio. Stavolta però la bocciatura è di quelle sonore, sulla sicurezza, vera e propria bandiera elettorale del Sindaco.

E' quanto accaduto ieri nella zona di Finocchio, dove nel corso di un'affolata assemblea cittadina, parte degli oltre 38.000 abitanti della zona hanno parlato di tutti i problemi della zona. "Il quartiere è diventato invivibile. Ci sono stranieri che spacciano e c'é un grande problema di sicurezza perché carabinieri e polizia non ci sono quasi mai", lamentano i cittadini. "Subiamo ogni giorno scippi, furti in casa e rapine - racconta ancora un residente.

"Questa è una vera e propria polveriera che potrebbe esplodere da un momento all'altro. Anche per questo abbiamo paura. "Siamo la periferia di Tor Bella Monaca, dove la delinquenza la fa da padrona", insiste una signora.

Non solo sicurezza però. Anche la mobilità è un nodo gordiano per questo quartiere "imprigionato" tra Collatina e Casilina. E i cittadini, esasperati, non sembrano accontentarsi del prossimo (2012?) arrivo della Metro C. A soffrire è Pantano. Così un abitante: "E' assurdo che da anni si parli del collegamento con il grande raccordo anulare attraverso via Gabina e non si concretizzi mai nulla. Siamo stufi". Si sentono imprigionati i cittadini: "Siamo un quartiere di Roma. Non siamo un'altra città. Io ci metto più di un'ora per arrivare a lavoro ogni mattina e lavoro a Largo Preneste. Pensa se dovevo andare  all'Eur...".

Un altro residente riprendendo le parole del Sindaco che ha detto di essere arrivato con un'ora di ritardo per i problemi di viabilità, attacca:
"Ah, mo se ne accorge che arriva qua è un casino. Quando doveva piglià i voti invece? Non diceva le stesse cose? So tutti uguali, tutti uguali!".

Il sindaco, spalleggiato dal delegato alla sicurezza Giorgio Ciardi e da Antonio di Maggio, neo vice comandante del corpo di Polizia Municipale di Roma Capitale, ha "solamente" potuto fare altre promesse: "E' un problema che non si risolverà in un giorno - ha detto Alemanno - ma di certo aiuterà il fatto di  lavorare insieme. In vista del terzo patto per Roma Sicura stiamo lavorando alla nuova mappa dei presidi per redistribuirli e per capire dove collocare caserme, stazioni e commissariati. Abbiamo la possibilità di collocare una stazione dell'Arma in questa zona. Ora dobbiamo capire solo dove".

"Ci vorrà del tempo - ha aggiunto Alemanno - ma nel frattempo chiederò alla polizia municipale di intensificare i controlli sui territori per dare delle risposte immediate. Oltre a questo cercheremo di mettere un presidio mobile a cui i cittadini potranno segnalare i loro problemi. La cosa importante è che Roma non deve avere quartieri di serie A e quartieri di serie B".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgata Finocchio boccia Alemanno: "Dov'è la sicurezza?"

RomaToday è in caricamento