Altre Tor Vergata / Via Michele Pantanella

Vele di Calatrava, addio al centro sportivo. Via al progetto della "Città della Conoscenza" da 14.000 posti di lavoro

Avviata la cabina di regia per realizzare l'opera che andrà a recuperare le vele incompiute dell'archistar Santiago Calatrava

Non ci sarà un nuovo centro sportivo. Le Vele di Calatrava ospiteranno la “Città della Conoscenza – Polo delle biotecnologie e dell’alimentazione”, un progetto nato ormai nel 2013 su impulso del dipartimento di biologia e del dipartimento di biomedicina e prevenzione di Tor Vergata.

Cabina di regia

Martedì 18 giugno si sono seduti intorno ad un tavolo alla Pisana il ministero dell’Ambiente, della Cultura, dell’Università e della Ricerca insieme a Roma Capitale, al presidente del Lazio, Francesco Rocca, l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e il VI Municipio. Una vera e propria cabina di regia per dare il via ad un progetto tanto ambizioso quanto innovativo.

Il progetto

Da anni, ormai, ci si interroga su cosa delle Vele incompiute dell’architettato spagnolo Santiago Calatrava. Lì, nel 2009, doveva sorgere una Città dello Sport per i mondiali di nuoto del 2009.  Alla fine la struttura è semplicemente sprofondata nell’abbandono. Inizialmente di proprietà dell’Università Tor Vergata, nel 2021 era passata all’Agenzia del Demanio. Di idee e progetti per rilanciare l’opera ne sono stati avanzati diversi. Questa sembra essere la volta buona.

Concettualmente, al centro del progetto si pongono il recupero e l’ultimazione delle “vele” dell’ex Città dello Sport, convertita da stadio del nuoto a centro di ricerca avanzata e divulgazione per la botanica, l’Informatica e le scienze collegate. L’affascinante soluzione, “condivisa – si legge nel progetto di Tor Vergata - con il progettista, ing. Santiago Calatrava prevede la destinazione a laboratori, aule e spazi per eventi e servizi delle parti interrate, mentre le cupole aeree diventano una serra high-tech per l’orto botanico dell’ateneo e un polo multimediale per l’intrattenimento e per lo sport”.

Inoltre, con la “Città dell’innovazione” si andrebbe recuperare la seconda vela di Calatrava. In questa seconda struttura sarà realizzato un polo multimediale di intrattenimento con una capacità di 15.000 posti a sedere oltre a un centro di ricerca sulle tecnologie digitali.

Posizione strategica

Il progetto della Città della Conoscenza ha una serie di stakeholder che affiancheranno l’Università Tor Vergata. Parliamo di centri di ricerca nazionali che sorgono proprio vicino all’ateneo romano: Asi. Infn, Cnr. Erin Osservatorio Esa della Terra, Iaps Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali, Ianf Oar Osservatorio di Roma a Monte Porzio Catone, Banca d’Italia, e i consorzi privati nazionali Optel InP, Tecnopolo Tiburtino e di Castel Romano.

Posti di lavoro

Secondo le stime, la Città della Conoscenza genererà circa 14.000 nuovi posti di lavoro tra occupati diretti (ca. 2800), occupati indiretti (ca. 3000), occupazione indotta (ca. 5.000), occupazione indotta nell’innovazione (ca. 3200).

Piano occupazionale Città della Conoscenza

Giornata storica

“Per noi è una giornata storica – afferma, in una nota, il presidente del VI Municipio, Nicola Franco - la Città della Conoscenza trasformerà il nostro territorio in un polo di ricerca prestigioso a livello internazionale per la ricerca per l’innovazione, generando circa 19mila nuovi posti di lavoro per i giovani. Grazie alla nostra visionaria Amministrazione, il Municipio VI è diventato il catalizzatore di tutte le realtà del territorio, e in un solo anno siamo riusciti a far diventare realtà un progetto fermo da 10 anni”.

Per Gianfranco Proietti, coordinatore della Città della Conoscenza, “Roma diventerebbe, a livello internazionale, centrale nelle tematiche ambientali, sia per quanto concerne la transizione ecologica sia per quanto attiene alla sostenibilità, contribuendo a renderla sempre più una grande capitale europea, trasformando profondamente un suo Municipio, che oggi detiene importanti centri di smaltimento rifiuti ed aree limitrofe inquinate” si legge nella scheda di sintesi del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vele di Calatrava, addio al centro sportivo. Via al progetto della "Città della Conoscenza" da 14.000 posti di lavoro
RomaToday è in caricamento