Mercoledì, 28 Luglio 2021
Altre

Sette mesi senza stipendio: in rivolta gli operai della Metro C di Torre Angela

Hanno lavorato per 7 mesi senza percepire il salario, dopodichè sono stati licenziati. Questa la situazione dei 31 operai del cantiere metro C di Torre Angela. Austini, segretario Fillea Cgil: "Situazione paradossale"

Hanno deciso di reagire gli operai di Torre Angela, dopo 7 mesi di lavoro non retribuito nel cantiere della Metro C della zona. L'hanno fatto oggi con un primo sciopero di 8 ore.

LA STORIA - Hanno iniziato a lavorare in 31 lo scorso aprile per un'azienda napoletana in distacco da una società umbra.

L'istituto contrattuale del distacco, introdotto dall'art. 30 del D. Lgs. n. 276/2003 e successivamente integrata dal d. lgs. n. 251/2004, prevede che un datore di lavoro, per soddisfare un proprio interesse produttivo, ponga temporaneamente uno o più lavoratori a disposizione di un altro soggetto per l'esecuzione di una determinata attività lavorativa, pur rimanendo responsabile del trattamento normativo e economico del lavoratore.

Trattamento economico che, da parte della distaccante umbra, secondo quanto denunciato dal Sindacato Fillea Cgil Roma Est non è mai arrivato se non in forma di acconto, né durante i mesi di lavoro, né ad agosto quando i 31 operai sono stati tutti licenziati e messi nelle liste di mobilità.

RIASSUNTI  - Nove di loro sono stati subito riassunti, da una terza ditta, sempre con l'espediente del distacco. Ma nulla è cambiato neanche per loro. Continuano a lavorare nelle stesse condizioni di prima, senza percepire lo stipendio. "Una situazione del genere è intollerabile" afferma Marco Austini, Segretario Fillea Cgil Roma Est. "Vogliamo capire come, quando e perchè nel cantiere di Metro C possa accadere che dei lavoratori possano non essere pagati!” Come denunciato dal sindacato, si tratta di  una situazione lavorativa “paradossale” che riguarda “un'opera fondamentale per Roma Capitale per la quale l'Amministrazione capitolina si fa gran vanto” pur  affidando “lavori per qualche milione di euro ad una società che ha 3 operai e poi per realizzare il contratto  utilizza 30 lavoratori con l’istituto del distacco”.

MANCANZA DI DIALOGO - La Fillea Cgil lamenta inoltre la scarsa disponiblità di Metro C a dialogare con il sindacato: “Non ci ascoltano” ha dichiarato Austini “doveva esserci un incontro lo scorso venerdì alle 15 e alle 12 ci è arrivato un fax in cui veniva rinviato a data da destinarsi” e ripete nuovamente la richiesta di incontro, affinchè “METRO C si assuma le sue responsabilità e provveda al pagamento diretto dei salari di questi lavoratori. Confidiamo nel buon senso di responsabilità dell'azienda e di METRO C per arrivare ad una soluzione rapida per più di 30 famiglie che ad oggi sono in condizioni di disagio economico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette mesi senza stipendio: in rivolta gli operai della Metro C di Torre Angela

RomaToday è in caricamento