Altre

Torre Spaccata: spedizione punitiva da Napoli per vendicare il tradimento della moglie

In quattro sono partiti da Portici per punire l'uomo con cui la moglie di uno di loro l'aveva tradito. La vittima è stata colpita con un'arma da taglio, ma per fortuna non ha riportato gravi conseguenze

Poteva avere conseguenze ben peggiori la spedizione punitiva con cui ieri sera quattro napoletani avevano intenzione di regolare un tradimento subito da uno dei quattro. Erano le 19.30 di ieri quando, in via Cornelio Sisenna nel quartiere Torre Spaccata, quattro uomini si sono presentati alla porta di un loro conterraneo.

La loro intenzione era quella di regolare il tradimento subito da uno di loro. Entrati nell'appartamento i quattro hanno aggredito l'uomo colpendolo con un coltello. La vittima però è riuscita a reagire ed ha ferito, sempre con un'arma da taglio i 4 aggressori. Questi sono poi fuggiti, facendosi medicare al Policlinico Casilino. Qui però sono stati raggiunti dalla polizia che li ha fermati.

All'origine della spedizione punitiva, come detto, il desiderio di vendetta per un tradimento subito. L'uomo, che lavorava come dipendente in un negozio di Portici, centro a pochi chilometri da Napoli, dopo aver intrapreso una relazione con la moglie del titolare, si era straferito con lei da alcuni mesi nella Capitale.

Dopo alcune settimane di convivenze le cose sono cominciate ad andare male a causa delle violente reazioni dell'uomo che spesso picchiava la sua nuova compagna. Circa una settimana la donna scappa da Roma e torna dal marito.

Ieri la spedizione punitiva, finita come a coltellate, ma per fortuna senza feriti gravi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Spaccata: spedizione punitiva da Napoli per vendicare il tradimento della moglie

RomaToday è in caricamento