rotate-mobile
Altre Castelverde / Via Polense

Tutti a San Vittorino per dire "no" alla criminalità organizzata

L'iniziativa che si terrà il 21 ottobre sarà preceduta sabato da un convegno alle Scuderie Estensi di Tivoli

Dopo la vittoria contro la discarica di San Vittorino Corcolle, la criminalità organizzata che su quel giro di affari aveva proteso le mani, si è vendicata deliberatamente incendiando e distruggendo simbolicamente due oliveti di proprietà del Presidente della Coldiretti di Tivoli che in quella battaglia si era fortemente e legittimamente esposto insieme a migliaia di persone. Gli incendi sono stati rivendicati con telefonate ed atti intimidatori denunciati alle forze dell’ordine.

TUTTI A SAN VITTORINO - Domenica 21 ottobre, escursione da Tivoli a San Vittorino per piantare simbolicamente un olivo nell’oliveto incendiato (appuntamento strada di Pomata ore 9. Percorso di livello Escursionistico: strada dei Colli, Ponte terra, San Vittorino e ritorno previsto nel primo pomeriggio. Pranzo al sacco, acqua, scarpe da trekking, bastoncini, abbigliamento escursionistico). Ogni partecipante è invitato a portare con se un cartoncino con un messaggio contro gli atti intimidatori e la criminalità organizzata da appendere sugli olivi bruciati

CONVEGNO - Iniziativa che sarà aperta sabato 20 ottobre alle 17,30 alle Scuderie Estensi di Tivoli con un convengo sulle "Presenze della criminalità organizzata sul territorio tiburtino-prenestino".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti a San Vittorino per dire "no" alla criminalità organizzata

RomaToday è in caricamento