Martedì, 18 Maggio 2021
Altre Colle Prenestino / Viale Nusco

Colle Prenestino: partita la raccolta firme per l’Adsl

"La Telecom non vuole aggiornare la vecchia cabina per una questione di costi e questo è inaccettabile", racconta Antonio Messina, presidente del comitato spontaneo che ha promosso l'iniziativa

il manifesto della raccolta firme

Un intero quartiere senza Adsl , nel 2014: questa la realtà a Colle Prenestino, dove i residenti si sono mobilitati, promuovendo una raccolta firme, che è partita lo scorso fine settimana e si concluderà il 16 febbraio. 

“Abbiamo avuto un incontro in VI Municipio: Mariano Angelucci, presidente della Commissione Lavori Pubblici ci ha aiutato a capire come muoverci in merito alla raccolta firme e alla promozione della nostra battaglia – racconta Antonio Messina, presidente del comitato spontaneo “Adsl per Colle Prenestino” – . Così abbiamo aperto una pagina Facebook (https://www.facebook.com/pages/Comitato-Spontaneo-ADSL-per-Colle-Prenestino/612751555438892?fref=ts), affisso alcuni manifesti nel quartiere e iniziato con la raccolta, che in soli due giorni, sabato e domenica, ha raggiunto quota 200 persone”. 

“A Colle Prenestino e Colle Monfortani l’Adsl è assente, a differenza di Nuova Ponte di Nona – prosegue Messina –. Alcuni negozi di Villaggio Prenestino ci stanno aiutando in questa nostra iniziativa. Noi vogliamo dare dignità ad un quartiere che sembra dimenticato da tutti: strade rovinate, un degrado inammissibile nel 2014. La linea Adsl, in passato, è sempre stata promessa. Sono stati effettuati anche i lavori, è stata installata la fibra ottica, ma sembra che il problema principale sia la vecchia cabina di Telecom, che l’Azienda non intende aggiornare per un problema di costi e questo è inaccettabile.

“Il problema vero e proprio è che i fondi necessari a questo intervento deve reperirli proprio Telecom – spiega Dario Mudadu, segretario di Arco Consumatori Lazio –. Ecco perché la nostra battaglia è nei confronti dell’Azienda e dei suoi dirigenti. Le istituzioni ci spingono ad informatizzarci, ma, ad oggi, a Colle Prenestino è impossibile perché siamo stati tagliati fuori dalle telecomunicazioni. Per la raccolta firme ho coinvolto anche altre associazioni del Lazio: prenderemo questo documento e lo porteremo a Telecom per fare pressione”.

ANGELUCCI (PD): “PIENO APPOGGIO ALL’INIZIATIVA” - “L’Adsl manca in una parte del versante Prenestino: i cittadini, per un mese, raccoglieranno le firme per chiedere a Telecom di inserire le risorse nel piano investimenti aziendale – precisa Mariano Angelucci (Pd) . Io e l’assessore Alveti abbiamo dato pieno appoggio all’iniziativa. Si potrebbe fare qualcosa anche a livello regionale, inserendo in bilancio investimenti infrastrutturali o pensando magari a fondi europei all’interno di un investimento compartecipato. Scriveremo alcune lettere per sensibilizzare i rappresentanti regionali. Spero che anche la maggioranza sposi questa causa, ma non ho dubbi a riguardo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colle Prenestino: partita la raccolta firme per l’Adsl

RomaToday è in caricamento