menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra a destra: i volontari Marco Piza a Angelo Scatolini

Da sinistra a destra: i volontari Marco Piza a Angelo Scatolini

Prato Fiorito: Parco più sicuro con i volontari della G.n.a.

Dallo scorso 10 gennaio, la Guardia Nazionale Ambientale svolge un servizio quotidiano di sorveglianza e di controllo all'interno del Parco dell'Acqua e del Vino. "Le uniche nostre armi sono la pazienza e la parola", spiega Marco Piza

Un punto di riferimento, una sicurezza in più per le famiglie che frequentano ogni giorno il Parco dell’Acqua e del Vino a Prato Fiorito: i volontari della Guardia Nazionale Ambientale (Distaccamento Prenestino), dallo scorso 10 gennaio, svolgono un servizio di sorveglianza e controllo all’interno dell’area verde, dalla mattina presto alle 21:30 la sera.

“Siamo diventati un punto di riferimento – spiega Marco Piza, la guardia scelta responsabile del servizio –: interveniamo se c’è qualcuno, ad esempio, che alza il gomito e crea problemi. Le uniche nostre armi sono la pazienza e la parola: non possiamo arrestare qualcuno, ma effettuiamo avvertimenti alle persone e, dalla seconda segnalazione, abbiamo il potere di bandire qualcuno dal Parco, così come recita la convenzione stipulata con il Municipio. Abbiamo in dotazione solo spray antipanico e le radio. Alcuni di noi hanno anche le manette, previste dal decreto di nomina zoofilo. Possiamo chiamare le Forze dell’Ordine in qualsiasi momento e lavoriamo in stretta  collaborazione con la Polizia municipale”. 

Prato Fiorito. Parco dell'Acqua e del Vino I-2“Molte persone sono contente quando ci vedono – prosegue la guardia scelta –: si sentono sicure, altre invece ci guardano ancora con sospetto. Non abbiamo le chiavi dei cancelli del Parco e sicuramente la situazione qui non è delle migliori, considerato che, a causa di un furto di rame, manca l’illuminazione in metà dell’area e la manutenzione viene svolta da cittadini volenterosi una volta ogni tanto. In questo spazio abbiamo trovato molti rifiuti. Ogni mattina effettuo un primo giro di controllo verso le 6, poi un arriva un altro volontario con il fratino verso le 10. L’ultimo turno finisce alle 21:30. “Vorrei ringraziare tutte le associazioni che operano nel Parco e in particolare il presidente del comitato di quartiere Gallozzi, che ci ha accolti a braccia aperte: ci hanno ospitato  e stiamo cercando anche noi sollecitare l’attivazione di una postazione del 118, che i residenti aspettano da tempo”. 

“Il nostro scopo è quello di educare – conclude Angelo Scatolini, responsabile del Distaccamento Prenestino –: possiamo compilare i verbali di segnalazione che poi vengono portati a conoscenza del Municipio. Siamo una Onlus e questa attività è svolta da 5 volontari, presenti in base ai turni. Al Distaccamento siamo in 15. In futuro abbiamo intenzione di organizzare nel Parco  anche gare di pesca e di tiro con l’arco. In totale, abbiamo 8 parchi in convenzione tra cui Villa Gordiani e Villa De Sanctis”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento