rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Altre Torre Gaia / Via Stefano Breda

Villaggio Breda, la storia di Mario: “Io disoccupato, oggi pulisco il quartiere”

Da dieci giorni, con pala e ramazza, gira per le strade della Breda. "Devo mantenere la mia famiglia: mia moglie è malata, ho due figli senza lavoro, la casa sotto pignoramento e campiamo con 285 euro di pensione", spiega l'ex camionista

Ogni mattina Mario è lì, in Piazza Erasmo: indossa una pettorina arancione, munito di scopa, martello e una ramazza. Con impegno e dedizione pulisce il quartiere, da circa 10 giorni. Si è inventato un nuovo lavoro a 56 anni, dopo aver fatto per 26 il camionista: Mario abita a Villa Verde e, per affrontare le difficoltà della vita, si è rimboccato le maniche e ha deciso di fare qualcosa di utile per la sua zona, senza chiedere niente a nessuno.

“È iniziato tutto per caso – racconta Mario C. –. Dopo essere stato camionista per tanto tempo, mi sono ritrovato disoccupato. Da 30 anni abito a Villa Verde con mia moglie, che è malata e i miei figli, che sono senza lavoro e la mia abitazione è sotto pignoramento. Campiamo con una pensione di 285 euro al mese. Frequentando la Parrocchia di Don Carlo, alcune suore mi hanno spinto ad uscire di casa, a fare qualcosa di utile per la mia zona, così ho pensato di iniziare a ripulire le strade. Ho ‘rubato’ la scopa e il raccoglitore a mia moglie e con un euro ho comprato i primi sacchi. Al Villaggio Breda mi hanno accolto tutti bene: mi aiutano, mi prestano gli attrezzi, mi lasciano qualcosa. Hanno messo anche i salvadanai nei negozi per darmi una mano”.

Mario ha forza d’animo e coraggio. Eppure rimane con i piedi per terra: “Non ho aspirazioni: è difficile, dopo tutti i sacrifici fatti nella vita, ricominciare da zero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villaggio Breda, la storia di Mario: “Io disoccupato, oggi pulisco il quartiere”

RomaToday è in caricamento