Altre

VIII municipio: cresce la popolazione, mancano le forze dell'ordine

In una zona dove negli ultimi anni la popolazione è cresciuta dell'8,9% sono presenti 4 macchine e 80 uomini, contro una previsione di 20 auto e 130 uomini. Dal municipio le richieste a Comune e Governo

“L’organico delle forze di polizia del commissariato Casilino Nuovo è sottodimensionato. Nei soli ultimi anni la popolazione dell’VIII  Municipio è cresciuta dell’8,9%, la criminalità è diventata più pericolosa, ma non abbiamo forze per contrastarla”. È questa la motivazione che ha spinto il presidente della Commissione sicurezza  dell’VIII Municipio, Fernando Vendetti, ad organizzare un incontro sulla legalità e sicurezza che ha visto la partecipazione di esponenti di politica comunale e nazionale, associazioni, comitati di quartiere, cittadini e vigili urbani.

“Per capire come siamo messi”, ha spiegato Vendetti, basti pensare che nel 1987, quando è nato il Commissariato Casilino nuovo erano previsti su carta 130 uomini, 4 funzionari direttivi e 20 auto mentre oggi,  nonostante la crescita della popolazione e delle esigenze abbiamo 3 macchine più una di ausilio e 80 uomini”.

Vendetti, nell’ambito della commissione che presiede, ha deciso di lavorare gomito a gomito con i 18 comitati di quartiere che partecipano attivamente alla vita del municipio, segnalando problemi e disagi. “Abbiamo creato un indirizzo mail apposito per i comitati – ci spiega - ed è servito molto perché grazie alle segnalazioni dei cittadini le forze dell’ordine sono intervenute a risolvere alcuni problemi”.

  Abbiamo individuato un novo sito per i vigili urbani a Ponte di Nona  
Nonostante l’ente decentrato chiamato a governare uno dei territori più problematici della città apprezzi molto l’operato congiunto di Carabinieri, Polizia, Guardia di finanza e vigili, “che con poche risorse non si sono mai risparmiati di fare straordinari  quando è stato possibile – ha detto il presidente dell'VIII Municipio Massimiliano Lorenzotti – questo non basta, servono più forze coordinate sul territorio. Abbiamo avuto in questi anni la ghettizzazione del nostro territorio, in particolare di Tor bella Monaca. Ora stiamo tentando di risolvere i problemi che ci vengono segnalati ma da soli non possiamo farcela. Abbiamo individuato un novo sito per i vigili urbani a Ponte di Nona. Certo molto dipende anche dai cittadini che devono iniziare a praticare la legalità in ogni ambito anche contro chi affitta le case in nero”.

Per supplire alla carenza di uomini e mezzi gli amministratori dell’VIII vorrebbero, per iniziare, la riapertura del posto fisso di polizia nel centro commerciale “Le Torri”, chiuso da anni nonostante il Ministero continuasse a pagare il fitto del locale in cui sorgeva. Gli amministratori municipali hanno esposto diverse problematiche pungenti ai delegati alla Sicurezza del Comune, Giorgio Ciardi e Fabrizio Santori, e al deputato Pdl Marco Marsilio.

  Molto dipende anche dai cittadini che devono iniziare a praticare la legalità in ogni ambito  
Tutti si sono dichiarati vicini ai disagi esposti: “ereditati  da anni di mal governo della città, come l’emergenza Rom  - ha dichiarato il presidente della Commissione comunale Sicurezza, Santori - Il Comune ha attivato a luglio il piano nomadi che permetterà di regolarizzare la loro presenza sul territorio e di ridurre i disagi per i cittadini. Per quanto riguarda la carenza di forze dell’ordine, abbiamo incrementato il numero dei vigili urbani. La Polizia Municipale a Roma ha bisogno di 8mila unità, ora siamo a circa 7 mila grazie alle 400 assunzioni fatte di recente ma speriamo, entro il 2011, di  incrementare ancora. Chiederemo, inoltre, un incontro al sottosegretario Mantovano per esporre la necessità di avere più uomini in divisa sul territorio”.

“Ci sono quartieri con diverse criticità in città ma questo – ha aggiunto Ciardi- ne ha  sicuramente più degli altri. Ci stiamo sforzando di risolverli tutti con diverse iniziative nel segno della legalità, dai progetti nelle scuole alle multe per i writers e così via”. Negli ultimi anni la  periferia est è diventata vittima predestinata della criminalità organizzata. “Non abbiamo bisogno solo di pattuglie – ha concluso Vendetti – ma anche di più forze di intelligence. Non ci basta un blitz ogni 4 mesi ne serve almeno uno al mese per dare un forte scossone alla criminalità”. L’onorevole Marco Marsilio, infine, si è dimostrato sensibile alle tematiche sollevate dai cittadini e ha garantito di farsi portavoce presso il Governo Nazionale delle diverse emergenze che riguardano l’VIII Municipio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VIII municipio: cresce la popolazione, mancano le forze dell'ordine

RomaToday è in caricamento