rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Altre Torre Spaccata / Viale dei Romanisti

Messa in sicurezza di viale dei Romanisti: "Il progetto verrà rivisto"

Secondo gli abitanti i lavori per la messa in sicurezza della strada tagliano in due il quartiere e umiliano i pedoni. L'Assessore: "Il nostro impegno è confrontarci con i cittadini. Apporteremo delle modifiche"

Un’autostrada urbana priva, o quasi, di attraversamenti pedonali e di impianti semaforici. Il progetto per la messa in sicurezza di viale dei Romanisti non va giù ai cittadini che l’hanno osteggiato fin da subito. E non nutre neppure i favori della nuova giunta Scipioni che per salvare il salvabile ha aperto un confronto con abitanti e CdQ di Torre Spaccata. Il problema, di non facile soluzione, è riuscire a coniugare la sicurezza stradale con il diritto dei pedoni di vivere il proprio quartiere. Fermo restando che i cantieri sono partiti circa un anno fa e pertanto la possibilità di intervenire resta comunque limitata. 

E' MANCATA LA POLITICA - Ne abbiamo parlato con l’Assessore alla mobilità Vittorio Alveti, che ha spiegato di essere  favorevole ad apportare delle modifiche al progetto in corso: "Condivido le preoccupazioni dei residenti -  spiega l’Assessore - effettivamente il progetto così concepito, con uno square centrale chiuso, senza possibilità di attraversamento o di inversione di marcia, può creare delle ripercussioni importanti sul tessuto urbano. Su viale dei Romanisti c’era un enorme problema di sicurezza stradale. In questo senso gli ingegneri da buoni tecnici hanno fatto il loro lavoro, però è mancata la politica, la volontà di venire incontro alle esigenze di residenti e pedoni". 

LE MODIFICHE - Approvato in era Alemanno il progetto porterà infatti alla realizzazione di una sorta di autostrada urbana, poco o per nulla adatta alle esigenze di pedoni e amanti delle due ruote. Lo square centrale sarà chiuso, gli impianti semaforici ridotti al lumicino. In che modo si può intervenire? "Il nostro impegno è far sì che il quartiere non venga diviso in due. Abbiamo coinvolto l’Agenzia alla Mobilità, i Vigili Urbani e ovviamente i cittadini. Stiamo cercando di convincere il progettista a rivedere molti dettagli, sicuramente il numero degli impianti semaforici e degli attraversamenti pedonali, che vorremmo più numerosi. Stiamo studiando inoltre la possibilità di rendere più agevoli le inversioni di marcia. Abbiamo già delle certezze, ma preferirei parlarne solo quando l’iter del progetto sarà concluso". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza di viale dei Romanisti: "Il progetto verrà rivisto"

RomaToday è in caricamento