Altre

Stamperia di documenti falsi nel Casilino 900: denunciati due slavi

I due vivevano nel campo da circa 2 anni e, secondo quanto riferito dai militari, erano stati regolarmente censiti. Nella loro baracca rinvenuto tutto il necessario per produrre documenti che secondo i carabinieri servivano ad eludere i controlli

Una roulotte e una baracca, all'interno del campo rom più grande d'Europa, adibita a stamperia di documenti falsi. E' questa la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Roma centro.

A gestire il tutto due pregiudicati nomadi, slavi di 29 e 24 anni, denunciati dai carabinieri con l'accsa di possesso di documenti falsi. L'operazione è scattata alcuni giorni fa dopo che i carabinieri hanno sorpreso al Casilino 900 un cittadino croato, ricercato perché evaso dagli arresti domiciliari, in possesso di una carta d'identità falsa. I due vivevano nel campo da circa 2 anni e, secondo quanto riferito dai militari, erano stati regolarmente censiti.

All'interno della baracca sono stati trovati un computer collegato ad una stampante, uno scanner, un cd-rom contenente immagini fronte-retro di documenti romeni, carta plastificata per la riproduzione dei documenti, un plastificatore, una carta di identità croata contraffatta pronta per essere utilizzata e vario materiale di cancelleria utile alla riproduzione dei  documenti.






Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stamperia di documenti falsi nel Casilino 900: denunciati due slavi

RomaToday è in caricamento