rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Altre Borghesiana / Via di Rocca Cencia

Piano di zona Borghesiana-Pantano: rimosso l’eternit dietro la scuola

Dopo la segnalazione dell'associazione "Collina della Pace", lo scorso 18 gennaio è intervenuta l'Ama, eliminando i materiali pericolosi. "Ora aspettiamo che venga ripulita la parte anteriore al nuovo plesso, che aprirà a settembre", spiega Di Bernardo

Bonificata dall’Ama la “discarica di eternit” che si trovava dietro la nuova scuola media del Piano di zona Borghesiana - Pantano, la cui apertura è prevista per il prossimo anno scolastico. Lo scorso 18 gennaio, infatti, gli operatori dell’Ama hanno effettuato la rimozione dei manufatti pericolosi, dopo la segnalazione dell’associazione “Collina della Pace”.

disc amianto 2-2“La collaborazione tra cittadinanza e istituzioni ha funzionato bene – ha affermato Luigi Di Bernardo, presidente dell’associazione di quartiere “Collina della Pace” –. Avevamo denunciato in passato alle istituzioni la discarica di amianto che si trovava dietro la futura scuola media del Piano di Zona C25, in via Ciminà, ma senza avere risposte. All'inizio dell'anno siamo venuti a conoscenza dei fondi destinati alla pulizia delle discariche a disposizione dell'Ama e abbiamo provveduto ad inoltrare richiesta di bonifica al delegato all'Ambiente del VI Municipio, Gianfranco Gasparutto, che ha informato il presidente Marco Scipioni. Nel sopralluogo dell’Ama dello scorso 9 gennaio sono state trovate coperture di eternit di casette, un cassone dell’acqua ormai rotto e un tubo di circa 15 cm di diametro lungo circa 1.5 metri.  È stata attivata immediatamente una procedura d’urgenza. Ho visto alcuni bambini, anche portatori di handicap, giocare lì, tra l’eternit.

disc amianto 4-2Per rimuovere il materiale il di circa 2 metri cubi Ama è intervenuta con una ditta specializzata che ha provveduto al  trattamento  e all’imballaggio a norma di materiale nocivo, che è stato caricato e portato in un deposito sicuro. L’area adiacente è di circa 1000 metri quadri e si estende a ridosso del lato posteriore della nuova scuola media e prosegue anche intorno al cantiere di Roma Metropolitane. Ma rimangono ancora da togliere altri cumuli di materiali di risulta, copertoni blocchi di cemento e computer abbandonati. Poi esiste anche una parte da bonificare all’ingresso della scuola: aspettiamo che venga ripulita anche la parte anteriore al plesso. Il Dipartimento XII ha trovato fondi per la bonifica, la raccolta delle acque reflue e la messa in sicurezza della piazza e l’accesso alla scuola. Ora occorre mettere in atto tutti gli strumenti e i permessi per poter procedere alle iscrizioni che inizieranno il 4 febbraio affinché a settembre sia tutto pronto per il nuovo anno scolastico.

Per la parte posteriore da ripulire in vista di settembre, il Municipio e il Comune dovranno attivarsi per trovare i fondi Il problema è stato affrontato in Commissione Cultura, la settimana scorsa, alla presenza dell’ufficio tecnico e del Dipartimento Lavori Pubblici. Occorre coinvolgere la cooperativa che ha realizzato i nuclei abitativi, che inizialmente doveva sostenere l'intervento, così come da progetto, con l'incasso degli oneri concessori. Alla seduta del 21 gennaio erano presenti il presidente dell’organo Sbardella, i consiglieri Gidaro, Giammarini, Grasso e Colagrossi. Hanno partecipato anche un architetto del Dipartimento e l’ufficio tecnico, insieme alla dirigente scolastica del' I.C. Motta Camastra Gentili. Tutti si soni impegnati per terminare i lavori in tempo utili per aprire la scuola. Speriamo che ciò avvenga davvero”.

GASPARUTTO: “ELEVATA PRESENZA DI ETERNIT NEL NOSTRO MUNICIPIO”-  “L’intervento dell’Ama è stato finalizzato all’eliminazione del materiale pericoloso e dei frammenti rimasti – ha spiegato Gianfranco Gasparutto(Pd), consigliere municipale e delegato all’Ambiente –. L’azienda sta promuovendo una campagna per pubblicizzare il servizio di bonifica dell’amianto, che è a pagamento (https://www.amaroma.it/pulizia-citta/servizi-a-pagamento/1312-attivita-bonifica-amianto.html). Nel nostro Municipio abbiamo una elevata presenza di manufatti in eternit. Ma non bisogna buttare questo materiale accanto ai cassonetti, perché è un reato. Ecco perché negli Urp stiamo cercando di far conoscere il servizio che è realizzato a ‘regola d’arte’ dall’Ama”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di zona Borghesiana-Pantano: rimosso l’eternit dietro la scuola

RomaToday è in caricamento