Tiburtino Colli Aniene / Via Tiburtina

Via Tiburtina, paga con carte di credito clonata: arrestato

Un giovane di 26 anni ha cercato di pagare due televisori LCD in un grande magazzino con una carta di credito clonata ma il cassiere se ne è accorto e ha chiamato la vigilanza. In casa aveva altre tre carte

Ha provato ad acquistare due televisori LCD in un grande magazzino con una carta di credito clonata ma ha trovato un cassiere attento che non si è lasciato ingannare e ha chiamato la vigilanza. Per questo un cittadino dell'est di 26 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dopo aver cercato di pagare 1.100 euro in un grande magazzino di via Tiburtina.

Nonostante la tessera magnetica fosse simile a quelle in circolazione, il cassiere, dopo la “strisciata”, si è accorto che il numero riportato sulla carta era diverso da quello riportato sullo scontrino e per questo ha allertato il personale di vigilanza che ha bloccato il giovane. I Carabinieri, intervenuti immediatamente sul posto, lo hanno ammanettato e, trovato in possesso di una carta di credito clonata, lo hanno accompagnato in caserma.

Nella sua abitazione, i militari hanno trovato altre tre carte di credito clonate e sono scattati gli accertamenti per verificare se siano state utilizzate per effettuare acquisti o prelievi fraudolenti. Il 26enne è stato successivamente portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Tiburtina, paga con carte di credito clonata: arrestato

RomaToday è in caricamento