rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024

Viabilità al collasso a Settecamini, cittadini prigionieri: auto in contromano per accedere alla Tiburtina

Il risveglio di Settecamini: auto incolonnate, un’ora per uscire dal quartiere, via Tiburtina ridotta ad imbuto. Ed alcuni furbetti passano in senso vietato

Una lunga coda di auto invade via di Casal Bianco, fino al “temuto” incrocio con via Rubellia, unica via di accesso a via Tiburtina. Gli abitanti di Settecamini ci sono ormai abituati. "Di solito è anche peggio” dicono a Roma Today stamattina, giovedì 18 ottobre, mentre provano a non perdere le staffe per il tempo perso incolonnati nel traffico. Obbiettivo: raggiungere il posto di lavoro. Una scommessa capire se arriveranno puntuali o in ritardo. Ma c’è chi ha trovato una soluzione per raggiungere la via consolare in breve tempo: passare in contromano alla fine di via Casal Bianco. E in soli dieci minuti fermi allo svincolo, ci sono passati davanti almeno venti “furbetti”. Un tratto pericoloso perché è presente un cantiere al lavoro per l’allargamento della Tiburtina, ma soprattutto perché ci passano gli autobus della linea 041.

“Siamo stanchi ed esasperati - dice Alessandra Gianni, esponente municipale di Fratelli d’Italia - sono anni che chiediamo un intervento serio per la viabilità di Settecamini. Qui confluiscono auto e mezzi pesanti provenienti anche da Tivoli e Guidonia perchè i lavori sulla Tiburtina non sono mai andati avanti e probabilmente proprio la parte denominata 'T4’, forndamentale per questo quartiere, mai si farà”. In questi giorni FdI sta raccogliendo le firme per due petizioni popolari: una riguarda il parco Guido Rossa ormai privo dei giochi per i bimbi da molto tempo, l’altra proprio la viabilità del quartiere. Ma in che modo si può risolvere la questione? “Aprire subito via Trevi del Lazio - risponde Gianni - lo chiediamo da tempo perché quello sarebbe un ulteriore via d’accesso, e di uscita, per via Tiburtina”. O rendere a doppio senso il tratto di via Casal Bianco una volta ultimati i lavori.

Via Trevi del Lazio ha una storia ben datata. Rimasta "strada senza uscita" da quando fu aperto uno scavo archeologico per dei ritrovamenti e che ora è ormai ridotto a discarica a cielo aperto e ricoperta dalla vegetazione. “Ormai le indagini archeologiche sono finite da tempo e la stessa sovrintendenza ha acconsentito ai lavori - continua Gianni -. Devono aprire questa strada, mancano pochi metri per raggiungere la Tiburtina. Chiediamo che le promesse vengano mantenute”.

Mentre al momento tutto il traffico resta congestionato tra via Rubellia, via di Casal Bianco e via di Settecamini. Automobilisti in trappola e quartiere sotto “sequestro”.

Video popolari

Viabilità al collasso a Settecamini, cittadini prigionieri: auto in contromano per accedere alla Tiburtina

RomaToday è in caricamento