TiburtinoToday

Settecamini e l'incubo Tiburtina: una petizione per scacciare il problema strettoie

A promuovere la petizione l'associazione Settecamini Quartiere di Roma

Strettoie via Tiburtina

Una strettoia causata da blocchi di cemento su via Tiburtina sta rendendo "impossibile" la vita dei pendolari, in particolar modo quella dei residenti del quartiere Settecamini che hanno commentato: "Siamo segregati". 

"Organizziamo un happy hour nelle corsie chiuse di via Tiburtina"

Il primo grido d'allarme da parte dei residenti del quartiere è giunto alla nostra redazione lo scorso mese di agosto quando con una provocazione l'associazione Settecamini Quartiere di Roma ha lanciato la proposta: "Organizziamo un happy hour nelle corsie chiuse di via Tiburtina". Quel giorno a rendere ancora più percettibile l'insofferenza dei pendolari è stato un tamponemento che ha letteralmente bloccato la strada consolare costringendo gli automobilisti a trascorrere ore sotto il sole cocente. I blocchi di cemento che hanno ristretto la careggiata in entrambi i sensi di marcia da tre corsie a una sono collocati all'altezza degli studi Mediaset. 

"Siamo intrappolati"

"Questa è l'unica strada che abbiamo per entrare e uscire dal quartiere" ha commentato indignata Michela Esposito, vice presidente dell'associazione Settecamini Quartiere di Roma. "Inoltre qui c'è il passaggio dei mezzi di emergenza, è inammissibile che si restringa la strada così tanto", ha proseguito. 

La petizione: "Eliminiamo le strettoie in via Tiburtina all'altezza Titanus"

I residenti di Settecamini non ci stanno ad aspettare che le istituzioni risolvano questa situazione che ormai denunciano da mesi e così hanno lanciato una petizione: "eliminiamo le strettoie in via Tiburtina altezza Titanus" che è possibile firmare qui. E' ancora Esposito a spiegare: "Nella mattina di oggi ci è stato comunicato che il responsabile dei lavori su via Tiburtina ha ritenuto opportuno lasciare i blocchi posizionati da Acea per dei lavori fino a quando non sarà realizzato un passaggio semaforico ma – ha tuonato Esposito – in quel tratto di strada ci sono già 15 semafori, a poca distanza si trova già un altro passaggio pedonale e questa è l'unica via per uscire e entrare da Settecamini". Infine da Esposito l'appello anche alle altre realtà territoriali: "Chiunque voglia aderire alla petizione può contattare la nostra associazione, questa è una battaglia che riguarda tutti noi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento