TiburtinoToday

Gruppi whatsapp e ronde: a Settecamini la sicurezza è fai da te

Il gruppo whatsapp creato dall'associazione Settecamini Quartiere di Roma per monitorare la sicurezza nel quartiere ha funzionato: i residenti hanno messo in fuga potenziali ladri

Tutto è partito da una chat su whatsapp creata dall’associazione Settecamini Quartiere di Roma nell'aprile dello scorso anno. Lo scopo del gruppo è stato chiaro fin da subito: monitorare la sicurezza all’interno del quartiere perché il crescente numero di furti ad abitazioni private e esercizi pubblici stava mettendo in ginocchio i residenti.

LE MODALITA’ – I creatori del gruppo hanno aggiunto con il passare del tempo sempre più abitanti all’interno dello spazio virtuale. Qui tutti i membri si sono scambiati informazioni in merito a “movimenti sospetti” di persone “estranee” sorvegliandole da un punto all’altro del quartiere. 

MESSA IN FUGA – Nel tardo pomeriggio di mercoledì 1 febbraio uno dei residenti del quartiere ha inviato un messaggio in cui ha raccontato di aver visto “movimenti sospetti” nei pressi di un palazzo all’incrocio tra via Parise e via Cassola. “Appena ho ricevuto il messaggio – ha raccontato un residente - mi sono precipitato sul posto indicato e ho avvisato gli altri membri in chat”. Ha poi continuato: “Ho visto un uomo arrampicato ad un cancello che fotografava l’abitazione, gli ho chiesto di allontanarsi ma nel frattempo dal palazzo sono sbucate altri due uomini, così sono andato via”.

Non si è arreso e ha raggiunto il bar più vicino dove ha allertato alcuni giovani che lo hanno accompagnato di nuovo al palazzo: “Quando siamo arrivati lì abbiamo trovato tanti residenti intervenuti, circa quaranta persone, il passaparola aveva funzionato, abbiamo messo in fuga i male intenzionati”. Da mesi ormai, qui, è iniziato il controllo del quartiere: “Oltre questo abbiamo deciso di scaglionare in tempi diversi le passeggiate che ognuno di noi fa con i propri cani ogni sera, così da essere sempre presenti sul territorio”.

Alle prime luci dell'alba di giovedì 2 febbraio anche una rapina all'edicola di via Casal Bianco. Un magro bottino, 50 euro, ottenuto sotto la minaccia di un taglierino. 

LE RONDE – A Settecamini c’è anche chi pensa alle ronde: “Abbiamo aperto un tavolo di discussione – ha commentato Roland Greggio, presidente dell’associazione Mure a Dritte – per organizzare le ronde all’interno del quartiere mediante due auto, una in postazione fissa e l’altra vagante”. Ha poi precisato: “Non effettueremo contatti diretti ma solo segnalazioni alle forze dell’ordine, questo per tutelare il nostro quartiere”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento