Martedì, 16 Luglio 2024
Settecamini Settecamini / Via Cerchiara

Settecamini, al posto del centro vaccinale aprirà un Serd: cittadini sul piede di guerra

Verrà invece spostato il centro vaccinale su via del Frantoio

I residenti sono sul piede di guerra. Il comitato di quartiere sarebbe già pronto ad organizzare sit-in e manifestazioni di piazza. Siamo a Settecamini, periferia est di Roma. all’angolo tra via Affile e via Cerchiara c’è un punto vaccinale gestito dall’Asl Roma 2. I residenti hanno appreso che a breve questo presidio sanitario verrà “riallocato” e, al suo posto, verrà messo un Serd, un centro per il recupero dei tossicodipendenti.

Il Serd a Settecamini

Lo spostamento, a livello di carte, non è ufficiale ma si farà. Lo conferma, a RomaToday, Tatiana Fabbri, direttrice del quarto distretto dell’Asl Roma 2, che comprende anche la zona di Settecamini. Inizialmente, il Serd sarebbe dovuto essere realizzato nei locali di via del Frantoio, al Tiburtino III. La scelta, ratificata anche in un verbale firmata dalla Asl, dal Comune di Roma e dall’amministrazione municipale, è infine ricaduta sui locali di via Affile.

“Il quarto distretto della Asl sarà più ricco rispetto ad altri – dice la dottoressa Fabbri - si apriranno parecchie case della comunità, come quella su via del Frantoio o l’ospedale della comunità. Abbiamo preso delle strutture che ci sono state consegnate dal Comune e dal Municipio IV che erano e sono in condizioni disagevoli, con strutture om dosisp e da recuperare. Voglio poi ricordare che, con il Pnrr, verranno aperte quattro case della comunità”.

Sul Serd, Fabbri ricorda come “finora ci si appoggiava sull’Asl Roma 1 e il punto di via Teodorico.  In sintesi, in quei locali si sta realizzando una casa della comunità e, per questo, siamo dovuti andare via. Vorrei però sottolineare come il Serd non sia una piazza di spaccio. È un luogo dove, ad esempio, vanno le persone che devono riottenere la patente dopo che è stata sequestrata loro per guida in stato di ebrezza. È frequentato anche da persone che hanno problemi di ludopatie”.

Comitato sul piede di guerra

Come detto, il Comitato di quartiere Settecamini è sul piede di guerra. “Settecamini non è il luogo ideale per ospitate il serd  - dice, a RomaToday, la presidente ed avvocato Caterina Crimeni - noi siamo pronti a protestare con azioni legali e sit-in e quant'altro. È assolutamente ingiusto ed assurdo privare Settecamini, un quartiere pieno di giovani, di un servizio come un presidio vaccinale, per metterci il Serd. Qui manca tutto, non vi sono i servizi essenziali, per un punto di sutura bisogna andare nell'ospedale più vicino, che è a Monti Tiburtini, non vi è più un servizio di ambulanza, siamo al di sotto degli standard costituzionali. Non siamo tutelati nemmeno sul fronte sicurezza, la caserma dei carabinieri è stata dislocata dal 2018 a Guidonia e i tempi del rientro a Settecamini sembrano molto lontani. Nelle vicinanze c'è pure un campo nomadi che crea molti problemi di sicurezza”.

Effetti collaterali

La Crimeni ricorda come “l'edificio che ospiterà il Serd sia stato richiesto per ospitare la futura caserma dei carabinieri, ma le amministrazioni hanno rigettato la richiesta perché la struttura era sottoposta a vincolo sanitario (era stata donata per creare un centro per disabili). La zona è molto interessante dal punto di vista archeologico, storico e industriale, ci sono industrie di rilevanza mondiale, ma mancano infrastrutture e servizi, l'area è abbandonata. La presenza del Serd comporta, nonostante i buonissimi propositi, degli effetti collaterali che noi non siamo in grado di affrontare, perché non siamo attrezzati”.

Il problema, secondo la presiente, è che Settacamini non potrà offrire, a sua volta, un buon servizio agli utenti “perché manchiamo dei minimi servizi. Le amministrazioni tendono a relegare oltre il grande raccordo anulare i problemi legati alle minoranze come rom, migranti e tossici, perché le considerano "realtà scomode", che vanno nascoste ed allontanate, anziché essere aiutare come si deve”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settecamini, al posto del centro vaccinale aprirà un Serd: cittadini sul piede di guerra
RomaToday è in caricamento