Mercoledì, 23 Giugno 2021
Settecamini Settecamini / Via Rubellia

Settecamini in trappola, l'appello disperato: "Aprite via Trevi nel Lazio"

Una raccolta firme e un ordine del giorno in consiglio municipale

immagine di repertorio

Un ordine del giorno e una raccolta firme: riparte da qui la richiesta di Settecamini per ottenere una seconda via di uscita dal quartiere. Ad oggi, l’unica possibilità che i residenti hanno per raggiungere la via Tiburtina è via Rubellia: perennemente bloccata. “Impieghiamo anche 40 minuti per percorrere solo 500 metri” spiegano i cittadini. 

La raccolta firme per chiedere l'apertura della strada 

Via Trevi nel Lazio collegherebbe, se aperta, via Casal Bianco e via Tiburtina. In altre parole: collegherebbe il quartiere alle scuole: “Attualmente i ragazzi che frequentano le scuole medie si avventurano in questa strada ma se fosse aperta potrebbe essere percorsa anche da un autobus che li accompagni” ha spiegato Michela Esposito, vice presidente dell’associazione Settecamini Quartiere di Roma. La raccolta firme promossa proprio dall’associazione mira anche alla restituzione dell’area antistante la caserma dei carabinieri di via Rubelia e la conseguente riconsegna del monumento ai caduti. “Siamo letteralmente in trappola – ha aggiunto Esposito – nei prossimi giorni saremo in Municipio per chiedere spiegazioni e per far sentire la nostra voce, siamo stanchi di essere considerato un quartiere di serie b”. 

“Per aprire la strada occorrono 50mila euro”

Al fianco dei cittadini anche il partito democratico del Tiburtino. “Abbiamo presentato un ordine del giorno per l’apertura di via trevi nel Lazio già durante la seduta di bilancio del 29 novembre ma il M5S non ce l’ha ammessa in discussione – ha spiegato Emiliano Sciascia, consigliere dem -  Lo avevamo fatto perché guardando appunto il bilancio 2018 del Municipio ci siamo accorti che sono stati stanziati circa 500.000 euro per il rifacimento di Piazza Santa Maria Dell’Olivo, a Settecamini”. Sulla necessità di riaprire la strada ha concluso: “Senza nulla togliere ad un intervento di riqualificazione ci siamo chiesti perché mai il Municipio non avesse pensato anche a via Trevi Nel Lazio, che necessiterebbe di 50.000 euro per essere aperta al pubblico transito ed offrire al quartiere una valida soluzione ai tanti problemi di viabilità interna. Ma nonostante non sia stato ammesso lo abbiamo ripresentato e il 20 andrà in discussione in consiglio.

I disagi di Settecamini causati anche dai lavori infiniti su via Tiburitna

Intanto il quartiere di Settecamini paga anche lo scotto dei cantieri su via Tiburtina, fermi per le vicende giudiziarie che da tempo stanno interessando la ditta che si occupa dei lavori: attualmente sotto sequestro preventivo dal Tribunale di Salerno. E’ il caso in cui ci sono i fondi per realizzare l’opera e non la manodopera. Nei giorni scorsi una commissione trasparenza in Campidoglio ha cercato di far luce su quanto stia avvenendo sulla via consolare. Dal PD e dal gruppo FdI il dito è stato puntato all’immobilismo del movimento cinque stelle. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settecamini in trappola, l'appello disperato: "Aprite via Trevi nel Lazio"

RomaToday è in caricamento