rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Settecamini Viale Stefano D'Arrigo

Troppi furti e poca sicurezza: a Settecamini il controllo lo fanno i residenti con una chat di whatsapp

Simone Tozzi, presidente dell'associazione Settecamani quartiere di Roma: "Siamo esausti, non ci sentiamo tutelati, organizziamo una raccolta firme per chiedere maggiori controlli"

Continuano i furti nel quartiere Settecamini anche in pieno giorno. I residenti di alcune tra le strade più colpite dal fenomeno hanno attivato un sistema di controllo del vicinato tramite una chat creata su whatsapp dall'associazione Settecamini quartiere di Roma. Nella giornata di oggi anche l'intervento delle forze dell'ordine.

Furti nei giardini, alle auto, presso le abitazioni. Un bilancio che aumenta giorno dopo giorno. Le strade più colpite dai malviventi sono via Carlo Cassola, viale Attilio Bertoluccie via Parise. Per contrastare il fenomeno, durante lo scorso mese di aprile, da un'idea dell'associazione Settacamini quartiere di Roma è nato un gruppo whatsapp tra alcuni residenti che in tempo reale si aggiornano sugli avvenimenti di rilievo, come i furti. A dare massima funzionalità al gruppo è la comunicazione tempestiva, come avvenuto nella giornata di oggi, giovedì 17 novembre.

Dopo i furti degli ultimi giorni, infatti, questa mattina alcuni residenti dopo aver avvistato la presenza "sospetta" di un furgone di colore bianco con a bordo due individui hanno iniziato a monitorarne gli spostamenti e hanno allertato le forze dell'ordine. I carabinieri giunti sul posto li hanno intensificati.

"Finalmente è stato creato un servizio utile per il quartiere - commenta Simone Tozzi, presidente dell'associazione Settecamini quartiere di Roma - chiedo, quindi, che il gruppo whatsapp continui ad essere utilizzato come sistema informativo per comunicare sviluppi e segnalazioni". Qui però la sicurezza latita e dal quartiere anche l'idea di una raccolta firme da presentare alle forze dell'ordine, alla procura della Repubblica e per conoscenza al Municipio Roma IV". Tozzi conclude: "Siamo esausti, non ci sentiamo tutelati, non è possibile che una sola pattuglia debba coprire un territorio così vasto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi furti e poca sicurezza: a Settecamini il controllo lo fanno i residenti con una chat di whatsapp

RomaToday è in caricamento