rotate-mobile
Settecamini Settecamini / Via Affile

Settecamini sprofonda nel degrado tra discariche abusive e rifiuti non raccolti

Dal comitato di quartiere ancora segnalazioni e richieste di intervento al Comune che però continuano a rimanere inascoltate

Somigliano sempre di più a una giungla i marciapiedi di Settecamini così come le aree verdi del quartiere. E all’assenza di sfalcio si sommano l’abbandono selvaggio dei rifiuti e la mancata raccolta ai cassonetti. Nel silenzio delle istituzioni, il comitato di quartiere chiede ancora interventi per ripristinare il decoro e uscire dal degrado inviando solleciti alle istituzioni e alla polizia locale perché si torni “ai canoni del vivere civile”.

“Per ora solo alcune aree di competenza del dipartimento sono state sfalciate” ha commentato Khaty Crimeni del comitato di quartiere in attesa che i marciapiedi vengano resi nuovamente fruibili con il taglio dell’erba: ad oggi i residenti camminano in strada, soprattutto se accompagnati da carrozzina. Non solo, lo sversamento dei rifiuti in ogni angolo di Settecamini continua ad essere una minaccia sempre più forte per la salute pubblica e per l’ambiente circostante come sottolineato dagli stessi residenti nell’esposto presentato all’amministrazione, corredato da immagini che testimoniano il degrado e l’abbandono.

Dai sacchetti di spazzatura ai rifiuti ingombranti: i luoghi preferiti dagli ‘zozzoni’ sono sempre gli stessi, da via del Tecnopolo all’area adiacente via di Salone e ancora in via Affile. In concomitanza alla richiesta di intervento per sanare lo stato dei luoghi, i cittadini di Settecamini chiedono anche più controlli da parte delle istituzioni affinché il fenomeno dello sversamento possa subire una battuta d’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settecamini sprofonda nel degrado tra discariche abusive e rifiuti non raccolti

RomaToday è in caricamento