rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Settecamini Settecamini / Via Rubellia

Settecamini: a due anni dalla chiusura del consultorio parte la raccolta firme delle associazioni

Il consultorio di via Rubelia è stato chiuso nel giugno del 2015. Associazioni e residenti ne chiedono la riapertura

E’ stata avviata nella mattina di lunedì 8 maggio una petizione con cui alcune associazioni del tiburtino chiedono la riapertura del consultorio a Settecamini. Gli uffici di via Rubelia chiusi nel giugno del 2015 non sono stati mai riaperti e nel quartiere è ritornata l’esigenza di un punto di riferimento.Le problematiche e i disagi relativi alla chiusura del consultorio erano stati già sollevati nel giugno di due anni fa dall’associazione Settecamini Quartiere di Roma che aveva posto l’accento sull’essenzialità dei servizi. Di fatti, con la chiusura dello sportello, gli utenti del quartiere sono stati costretti a recarsi in altre sedi come quelle dei vicini quartieri di San Basilio e Pietralata.

“Un gruppo di mamme ha richiesto il nostro sostegno – ha spiegato Marco Caruso, presidente dell’associazione Parco Tibur – così, insieme ad altre due realtà territoriali, quali Mure a Dritta e Quarto Municipio Case Rosse, abbiamo deciso di perorare la causa”. Sull’importanza dei servizi ha puntualizzato: “Il consultorio di via Rubelia svolgeva servizi di vaccinazione, assistenza anche psicologica – ha proseguito – con la sua chiusura i residenti di Settecamini sono stati costretti ad intasare altri centri, con tutte le conseguenze che ne derivano”. Ha quindi concluso: “La petizione sarà poi consegnata presso gli uffici della Regione Lazio, al Ministero della salute e per conoscenza agli uffici comunali e municipali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settecamini: a due anni dalla chiusura del consultorio parte la raccolta firme delle associazioni

RomaToday è in caricamento