Settecamini Settecamini / Via Valle Castellana

Case Rosse: atti vandalici nella chiesa di Sant’Alessio

I fatti sono avvenuti nella serata di mercoledì in via Valle Castellana

Foto comitato Case Rosse

Resta poco o nulla del soffitto in cartongesso all’interno del locale teatro della parrocchia di Sant’Alessio, in via Valle Castellana, a Case Rosse. Distrutti anche I ventilatori e le pattumiere, insieme ad altri arredi. È questo il bilancio del raid vandalico messo a segno nella notte tra mercoledì e giovedì, in uno dei quartieri più periferici della capitale. Ancora ignoti gli autori del gesto, ma per I cittadini di Case Rosse le ‘gesta’ sarebbero da attribuire a un gruppo di giovani che già in altre occasioni si è reso protagonista di simili episodi.

E mentre in parrocchia si raccolgono I cocci, il comitato chiede più attenzione alle istituzioni perché “Esistono una Roma di serie A e una Roma di serie B, noi siamo nella seconda categoria ma ancora più dimenticati, non abbiamo nulla, neache un luogo di aggregazione, oltre la parrocchia, nemmeno un parco” ha spiegato ai nostri taccuini Sergio Funari, presidente del comitato Case Rosse. “Il quartiere, nelle scorse settimane, è stato teatro di rissa tra ragazzi dopo un appuntamento sui social – hanno spiegato ancora dal comitato – Un episodio che abbiamo voluto intendere come un campanello d’allarme che non può essere sottovalutato”.

Case Rosse si trova a poca distanza da Settecamini, entrambi a ridosso della via Tiburtina e nonostante anche il primo non abbia luoghi d’aggregazione può contare almeno sulla presenza di parchi, inesistenti invece a Case Rosse. Tuttavia, a Settecamini e nei dintorni, il tema della sicurezza è un nervo scoperto, perché come ha ricordato Marco Caruso dell’associazione ‘Parco Tibur’: “La caserma è chiusa da oltre due anni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case Rosse: atti vandalici nella chiesa di Sant’Alessio

RomaToday è in caricamento