rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Settecamini Settecamini / Via Guglielmo Iozzia

Case Rosse: all’asilo nido la caldaia è rotta da due settimane, bimbi al freddo e mamme sul piede di guerra

Tanti i solleciti inviati dai genitori in queste settimane, ad oggi la scuola è ancora al freddo

“La maggior parte dei bambini è ammalata, mio figlio è a casa con febbre e otite”. A parlare è una delle mamme dei bimbi che frequentano l’asilo nido di via Guglielmo Iozzia, a Case Rosse nel IV Municipio. Un guasto alla caldaia, lo scorso 13 febbraio, ha mandato in tilt l’intero impianto di riscaldamento e da quel giorno tutta la struttura è al freddo. All’interno della scuola “Il giardino degli aranci” ci sono tre sezioni (lattanti, medi e grandi), per un totale di circa 70 bambini: tutti stanno al freddo. 

Da settimane i genitori sollecitano interventi

Sono tanti i bambini che da qualche giorno restano a casa perché i locali della scuola non sono caldi. Non solo i riscaldamenti sono fuori uso ma anche l’acqua calda è una chimera: “Non sappiamo più cosa fare – hanno detto a Roma Today i genitori – Da giorni continuiamo a mandare richieste di intervento ma ci sentiamo presi in giro”. Già perché se fino a pochi giorni fa la soluzione poteva essere sostituire il pezzo guasto, nella mattina di martedì la notizia comunicata ai genitori: “E’ stato effettuato un sopralluogo dal tecnico e il pezzo da sostituire non esiste, in quanto la caldaia è vecchia, pertanto, deve essere sostituita in blocco. Ma perché dirlo dopo due settimane?”. I genitori non si arrendono e annunciano battaglia così come hanno fatto in passato quando, dopo una serie di furti, hanno preteso che la scuola venisse messa in sicurezza mediante l’installazione delle grate

Dal Municipio: "Abbiamo sollecitato intervento"

Abbiamo raggiunto l’assessore alla scuola del parlamentino di via Tiburtina, Stefano Rosati: “La comunicazione di mancato funzionamento l'abbiamo ricevuta solo il 19 febbraio, probabilmente in precedenza sarà stato comunicato solo al dipartimento – ha detto - Dal 19 febbraio ad oggi la direzione tecnica e l'assessore ai lavori pubblici hanno inoltrato tre note e mail per sollecitare l’intervento. La ditta appaltatrice CPL Concordia ha riscontrato un non funzionamento della caldaia a causa della rottura dello scambiatore”. Ha concluso: “Un un paio di giorni dovrebbe essere sostituito”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case Rosse: all’asilo nido la caldaia è rotta da due settimane, bimbi al freddo e mamme sul piede di guerra

RomaToday è in caricamento