TiburtinoToday

Casale Caletto, la periferia senza manutenzione. Case inagibili e c'è chi finisce per strada

Vive con la madre disabile e un bambino di quattro anni: i vigili del fuoco hanno dichiarato la sua casa inagibile

A decretare che la casa sia senza agibilità sono stati i vigili del fuoco nelle scorse settimane, a chiamarli è stata Annamaria che nell’appartamento ha crepe alle pareti e muffa ai soffitti. “Abitiamo qua da trent’anni e sono due volte abbiamo avuto il piacere di vedere operai al lavoro per la manutenzione”.

Infiltrazioni d'acqua e crepe alle pareti

Siamo a Casale Caletto, una delle zone più periferiche del Municipio IV dove le palazzine popolari gestite dall’Ater sono state costruite alla fine degli anni ’80 e in molti casi abbandonate a se stesse. “Durante i mesi scorsi sono stati effettuati interventi di manutenzione ai terrazzi perché c’erano le infiltrazioni ma durante queste operazioni sono stati chiusi gli scoli e adesso l’acqua ristagna: non potendo più scorrere resta nelle pareti – ha detto Annamaria che vive con una mamma disabile e un figlio di quattro anni all’interno dell’appartamento di via Civitali al civico 8 – La casa è ammuffita e viviamo con i secchi nelle stanze”.

Annamaria: "Non abbiamo un altro posto dove andare"

A peggiorare ancora di più le cose sono state le recenti scosse di terremoto che hanno “crepato” alcune pareti. “Da quel momento la nostra casa è stata dichiarata inagibile ma dove andiamo? Abbiamo sempre chiesto che venissero fatti interventi, la soluzione non può essere di dover lasciare casa perché non ho un altro posto dove portare mia madre e mio figlio”. 

casale-caletto-01-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento