menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Settecamini: discariche e buche, pronto sit-in a Guidonia

La strada collega il quartiere Case Rosse al territorio del Comune di Guidonia, percorsa ogni giorno da pendolari e residenti

Cumuli di rifiuti e buche diventate crateri, alcune di esse ‘arginate’ con blocchi di plastica poste al centro della carreggiata. Si presenta così il raccordo stradale che collega Setteville con il centro Agro Alimentare e la zona del Tecnopolo, Case Rosse con la zona industriale. Tante le denunce dei cittadini che chiedono la messa in sicurezza della via e la bonifica delle discariche poste lungo il perimetro della strada. “Ho scritto al Ministero, alla Regione, al Comune, al Municipio, nessuno di questi fino ad ora è intervenuto” ha commentato al nostro giornale Cristian Diano, residente del Comune di Guidonia che ogni giorno percorre la strada.

La via, attraversata da migliaia di cittadini che ogni giorno si dirigono verso il centro della città, si trova nel raccordo autostradale a cui si accede tramite il pagamento di un pedaggio. “In relazione al numero di chilometri – ha aggiunto Diano – E’ tra i caselli più cari d’Italia, è un’ingiustizia”. Inutili le toppe apposte fino ad ora sul manto stradale che, anche a causa delle recenti piogge, si sono ‘allargate’ diventando anche più pericolose dello stato precedente.

Non solo, i rifiuti speciali, i frigoriferi e i divani abbandonati lungo la strada, completano il quadro di degrado che si mostra gli occhi degli automobilisti. Per sollecitare interventi, Claudio Zarro, consigliere del Comune di Guidonia, ha organizzato per il prossimo giovedì (4 febbraio) un sit in dinanzi alla casa comunale, in piazza Matteotti. “Facciamo sentire la nostra voce” è lo slogan dell’evento che lancia l’iniziativa ‘adotta una buca’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento