TiburtinoToday

Tiburtino, nidi convenzionati esclusi dal bando: "Gestione egocentrica dei servizi educativi"

Priorità ai bambini in lista di attesa

“Gestione egocentrica dei servizi educativi che non va incontro all’umano”. Non usa mezzi termini il Partito Democratico per descrivere la scelta della giunta Della Casa di non includere gli asili nido convenzionati di alcuni quartieri del Tiburtino nel bando appena pubblicato.

Il bando

E’ stato pubblicato lo scorso mercoledì e ha valenza fino al 20 ottobre. Il bando ha lo scopo di “agevolare l’accesso ai posti disponibili nei nidi capitolini per l’anno 2017-2018” come indicato sul sito del Comune di Roma. I bambini rimasti in lista di attesa, quindi, hanno priorità rispetto a nuove iscrizioni. Nel Municipio IV i posti disponibili in totale, al netto dunque della distinzione tra piccoli, medi e grandi, sono 71. A questi si aggiungono altri 9 posti per le sezioni ponte.

“Esclusi gli asili nido convenzionati”

“I nidi convenzionati non sono stati inseriti all’interno del bando – ha commentato Annarita Leobruni, vice presidente della commissione scuola – sono sei e si trovano tutti in quartieri come Rebibbia, Casal de’ Pazzi e Casal Bruciato dove c’è necessità di integrare i bambini in un contesto socio-educativo”. All’interno del bando sono stati dunque inseriti i nidi pubblici a gestione comunale e due strutture private a gestione comunale. “I nidi esclusi – ha continuato Leobruni – sono stati già esclusi dal bando dello scorso mese di marzo e riammessi solo successivamente”. Infine l’attacco: “La presidente Della Casa ha una gestione egocentrica dei servizi educativi, non tiene conto delle esigenze dell’umano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica della presidente Della Casa

La presidente del Municipio, Roberta Della Casa con delega alla scuola, ha commentato così: “Non in tutti i nidi è presente un’eventuale disponibilità di posti convenzionati – ha spiegato - inoltre nelle more dei ricorsi presentati e dei provvedimenti in itinere per le annualità future, la decisione di ulteriori iscrizioni non era adeguata”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento