menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aruba a Roma, al via i cantieri al tecnopolo Tiburtino

I lavori dureranno circa due anni e offriranno posti di lavoro a 200 persone

Manca poco all’avvio dei lavori del Mega Data Center Aruba, al Tecnpolo Tiburtino. Il cantiere durerà circa due anni e darà posti di lavoro a 200 persone, in un ambiente moderno di 52.000 metri quadrati. I lavori si apriranno in breve tempo perché il gruppo di servizi informatici italiano ha appena ricevuto il permesso a costruire.

L'annuncio due anni fa

Una strada lunga, quella che ha portato all’avvio dei lavori. L'annuncio di Aruba a Roma, nell’estate del 2018 era stato dato dalla sindaca Virginia Raggi, e dall'Ad di Aruba, Stefano Cecconi: il centro avrebbe dovuto essere inaugurato nella primavera 2020 ma ritardi, anche burocratici, ne hanno rallentato la partenza.

Il terreno al tecnopolo

Il terreno acquistato da Aruba, dove sarà realizzato il nuovo data center campus, si trova all'interno dell'area del Tecnopolo Tiburtino, nato per volonta' della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con la Regione Lazio e il Comune di Roma, per ospitare realtà imprenditoriali tecnologicamente innovative. Si tratta della "Tiburtina Valley", dove già sono collocate imprese e multinazionali ad alto valore tecnologico: da Leonardo, Alenia-Thales, alla Selex, fino agli impianti di Vitrociset e quelli di Elt-Gruppo Elettronica. A pochi metri, inoltre, sono presenti anche gli studi televisivi della Titanus, usati da Mediaset, e altre industrie di vario tipo come Gentilini o Pallini.

Come sarà composto il centro?

Per l'Hyper Cloud Data Center di Roma sono previsti circa 300 milioni di euro in cinque anni: è il quarto data center italiano di Aruba, che va ad aggiungersi ai due di Arezzo e a Global Cloud Data Center di Ponte San Pietro in provincia di Bergamo.  Come sarà composto il centro? L'area interessata sarà di 74.000 metri quadrati, con 52.000 metri quadrati di superficie destinata a data center, di cui oltre 30.000 alle sale dati. Alimentato al 100% da fonti rinnovabili, non solo l'Hyper Cloud Data Center di Aruba sarà completamente ecologico grazie all'uso di energia rinnovabile certificata a livello europeo tramite Garanzia di Origine.

“Il Data center romano, insieme alle altre strutture del network di Aruba, permetterà la progettazione e l'attivazione di soluzioni uniche, ad altissima efficienza e prestazioni. Per esempio, in ambito di Disaster Recovery e Business Continuity, il cliente avrà l'opportunità di decidere dove mettere la propria infrastruttura primaria o secondaria, o anche entrambe, vista la posizione geografica e l'interconessione delle strutture, scegliendo poi tra soluzioni di colocation, cloud o ibride” hanno detto dalla società.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento