menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Murales di pensieri e stazioni immaginarie: a San Basilio arriva Sanba

SanBa, il progetto artistico rivolto al quartiere San Basilio, è entrato nel vivo: tre scuole sono state impegnate in laboratori di arti contemporanee per 4 settimane e hanno presentato i loro lavori di Arte Urbana al pubblico

“Vorrei che questo diventasse il quartiere dell’amicizia”, “Se non proviamo a capire gli altri niente cambierà”.  Queste alcune delle frasi pensate e scolpite sui manufatti in ceramica dagli alunni della scuola elementare Gandhi innestati poi su un muro del quartiere in via Fabriano creando un murales tridimensionale simile a un ex voto laico.

A poche centinaia di metri, nel giardino adiacente al circolo bocciofilo di San Basilio troneggia la “stazione Sanba” un intervento di abbellimento urbano, una fermata immaginaria della metropolitana, in legno, realizzata dagli studenti della superiore Von Neumann che manifesta il loro desiderio che il quartiere non venga tagliato fuori dal circuito cittadino.

Le vie del quartiere sono state inoltre tappezzate dai ragazzi della scuola media Fellini con le locandine della manifestazione da loro create durante il corso di serigrafia.

Simone Pallotta, di Walls, curatore ed ideatore di Sanba ha dichiarato: “Lavorare con Marzio, Dani, Andrei e gli altri 60 ragazzi delle tre generazioni di studenti coinvolti crea un’elettricità indescrivibile nell’aria. Quando si riesce a creare qualcosa con loro per poi portare fuori quello che si è realizzato nel loro stesso territorio di San Basilio, si sente che si sta facendo la cosa giusta, si crea interesse e si impara insieme,  si ottengono dei momenti profondi e grandi soddisfazioni. Sanba è proprio questo: un insieme di  pratiche artistiche differenti e lontane tra loro che puntano dritte al cuore del quartiere coinvolgendo i suoi abitanti”.

Soddisfatto l’Assessore allo Sviluppo delle Periferie Masini che ha aggiunto: “Sanba entra nel vivo: i ragazzi delle scuole, con i loro laboratori, mettono in pratica quel percorso di emersione, valorizzazione, diffusione delle capacità e delle pratiche artistiche su cui stiamo lavorando assieme alle tante, belle realtà impegnate in questo progetto. Un'azione, lo stiamo riscontrando, che incide positivamente e profondamente su un territorio difficile come San Basilio. 

Sanba rappresenta un'eccellenza nella strategia che stiamo portando avanti per “avvicinare” e dare voce ai quartieri lontani dal centro, e che vede nell’arte urbana un pilastro fondamentale”. Agli inizi di maggio, il progetto SanBa prevede una nuova e fondamentale fase: tre rinomati artisti nazionali e internazionali saranno chiamati a dipingere le facciate di alcuni edifici di San Basilio messi a disposizione dall’Ater, azienda territoriale per l’edilizia residenziale del Comune di Roma. Tra gli obbiettivi della manifestazione anche quello di attrarre nuovi flussi turistici dal centro di Roma a quartieri più lontani ma con forte identità e senso di appartenenza.

SanBa si concluderà con una grande festa agli inizi di giugno nel quartiere e per il quartiere, a cui prenderanno parte artisti, abitanti, giornalisti, protagonisti in prima persona di un’arte non confinata negli spazi museali e dunque fruibile solo da un élite, bensì aperta alla fattiva cooperazione di cittadini, strumento di promozione culturale, di coesione sociale e di formazione di una coscienza civile: in poche parole Arte Pubblica.

SanBa nasce da un idea del team creativo di WALLS che si occupa da anni di Arte Pubblica contemporanea, in associazione con Kinesis, casa di produzione cinematografica, ed è realizzato grazie al sostegno economico di Fondazione Roma – Arte – Musei con il supporto di Zètema, Ater e Municipio Roma IV, il patrocinio dell’Assessorato allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento