Giovedì, 21 Ottobre 2021
San Basilio Casal de Pazzi / Via Tiburtina

Tiburtina: dalla rete popolare una petizione per salvare il commercio locale

“Tiburtina aiuta Tiburtina”, l’avvio della campagna di sensibilizzazione per acquistare nei piccoli negozi di quartiere

Regione Lazio, Comune di Roma e IV Municipio: sono loro i destinatari della petizione avviata dalla Rete popolare tiburtina per salvare il “piccolo commercio dei nostri quartieri”. Da San Basilio a Casal Bertone passando per Tiburtino III, Casal Bruciato e Pietralata, gli attivisti della rete, dopo le proteste degli ultimi giorni contro i ritardi dei buoni spesa da parte di Roma Capitale, scendono in campo per difendere i commercianti di prossimità con una campagna dal titolo “Tiburtina aiuta Tiburtina” perché “Comune e Regione Lazio stanno supportando solo la grande distribuzione” hanno spiegato gli organizzatori dell’iniziativa. 

Un adesivo attaccato alle vetrine dei negozi e l’invito ad acquistare, poi la petizione on line. “Le piccole attività commerciali rappresentano una fonte di occupazione, una risorsa economica e una parte della socialità dei nostri quartieri e per questo devono essere supportate, soprattutto in questo momento” hanno aggiunto. 

Tra le richieste che la Rete ha messo nero su bianco all’interno della petizione e che invierà alle istituzioni compare l’eliminazione della tassa di occupazione di suolo pubblico anche per i banchi di mercato e per gli ambulanti rotativi e il blocco delle delocalizzazioni delle postazioni, un supporto economico e organizzativo per permettere il rispetto delle misure di sicurezza e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiburtina: dalla rete popolare una petizione per salvare il commercio locale

RomaToday è in caricamento