San Basilio

San Basilio: rapinano una pizzeria dopo aver sequestrato il proprietario

L'aggressione è avvenuta in una pizzeria al taglio in via Recanati. L'uomo è stato legato con nastro adesivo e costretto a rivelare la combinazione della cassaforte. Bottino del colpo 26.000 euro

Rapina con sequestro di persona ieri nella zona di San Basilio, in una pizzeria di via Recanati. Due rapinatori hanno aggredito il proprietario di una pizzeria, legandolo mani e piedi con del nastro adesivo e costringendolo a riferire il numero della cassaforte nella quale era custoditi sia l'incasso del negozio, sia una recente vincita al lotto dell'uomo di 55 anni. 

Il 55enne non solo è stato legato con il nastro adesivo ma i rapinatori gli hanno anche puntato un coltello ad una mano gridandogli che se non gli avesse detto la combinazione della cassaforte gli avrebbero tagliato un dito. Prima di fuggire hanno anche esploso un colpo di pistola che però dovrebbe essere stata a salve.

La vittima ha raccontato alla polizia di aver da poco alzato la saracinesca e di essersi ritrovato i due nel negozio mentre stava cominciando a preparare le pizze. Secondo il suo racconto i due rapinatori avevano accento straniero, probabilmente romeno.

L'uomo. dopo una ventina di minuti, è riuscito a liberarsi e a dare l'allarme. Subito sono accorsi in via Recanati alcune pattuglie del 113 che hanno effettuato una battuta in zona ma senza riuscire ad intercettare i banditi, di cui l'uomo ha fornito un sommario identikit. Sul caso sta tuttora indagando la squadra mobile di Roma.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Basilio: rapinano una pizzeria dopo aver sequestrato il proprietario

RomaToday è in caricamento