TiburtinoToday

San Basilio, Raggi torna alla “palestra dei campioni” e scopre il parchetto di via Gigliotti

Nei locali di via Tranfo sarà realizzata una palestra. Con lei don Antonio Coluccia e Valentina Vezzali

Frame video Fb Virgnia Raggi

È tornata in sopralluogo nei locali comunali di via Tranfo chiusi da anni la sindaca di Roma Virginia Raggi. Con lei, nei giorni scorsi, oltre gli uffici dipartimentali, anche don Antonio Coluccia e la pluricampionessa olimpica Valentina Vezzali. “Realizzeremo una palestra per i giovani di San Basilio” ha detto Raggi a margine della visita in periferia, la seconda in uno solo mese.

“Ricominciamo a far sentire che le istituzioni sono presenti in una parte del quartiere in cui la criminalità ha per troppo tempo spadroneggiato. In questo quartiere la maggioranza delle persone per bene è schiacciata e ridotta al silenzio e dobbiamo solo dare fiducia a queste persone perché hanno la potenzialità per fare del bene e noi siamo al loro fianco” ha detto ancora la sindaca a San Basilio. Durante la prima visita agli inizi del mese di agosto, Raggi era accompagnata, oltre che da don Antonio Coluccia (in prima linea contro la criminalità da anni) anche dal campione di boxe Roberto Cammarelle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante il sopralluogo, la sindaca ha percorso le strade limitrofe “scoprendo” il parchetto di via Gigliotti che da aprile gli abitanti del quartiere curano per restituire con le loro sole forze uno spazio ai bambini perché a San Basilio, troppo spesso, sono i residenti, le associazioni e il centro popolare a garantire un’alternativa alla strada, a prendere iniziativa e provvedere da soli anche alle attività di manutenzione. Ecco perché il quartiere si è ribellato ed è sceso in strada quando durante il “censimento” delle forze dell’ordine, rivendicato da ormai ex amministratori locali come atto di legalità, hanno gridato: “Le periferie chiedono rispetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento