menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciavano protetti da vedette: sgominata banda dello spaccio a San Basilio

Nove le ordinanze di custodia cautelare emesse e 28 le persone denunciate. I responsabili dell'organizzazione avevano assoldato anche vedette per avvistare eventuali forze dell'ordine in arrivo

Nel quartiere di San Basilio evidentemente è una tecnica piuttosto diffusa per spacciare: assoldare vedette per scorgere l'arrivo di forze dell'ordine. Dopo l'operazione del 6 maggio che ha portato all'arresto di un'intera famiglia che smerciava droga protetta da vedette, oggi sono finite in manette nove persone nell'ambito di una vasta operazione antidroga condotta dai Carabinieri e che ha visto l'utilizzo di un elicottero e unità cinofile.

Le 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal GIP del Tribunale di Roma, Luigi Fiasconaro, sono state richieste dal pm della Procura distrettuale Antimafia, Leonardo Frisani, che ha ipotizzato il reato di associazione a delinquere finalizzata alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (hashish, cocaina e marijuana).

Gli inquirenti stimano che il giro d'affari messo su dalla banda si aggirava intorno al milione e 800 mila euro. Gli arresti sono giunti al termine di un'indagine  partita da segnalazioni di abitanti della zona e durata circa un anno e che si è avvalsa dell'ausilio di 16 telecamere posizionate nella  zona di via Meghelli e l'analisi di oltre mille ore di registrazione.

I militari hanno eseguito 22 perquisizioni delegate dalla Procura. Nel corso dell'inchiesta sono state denunciate in stato di libertà 28 persone per i reati di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, favoreggiamento, calunnia e autocalunnia.

L'organizzazione aveva pensato a tutto, persino a giovani vedette che avvisavano i pusher dell'arrivo delle forze dell'ordine. Tra i denunciati ci sono ovviamente anche loro.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento