TiburtinoToday

Municipio IV, la maggioranza a cinque stelle ha deciso: sarà sfiducia per la presidente Roberta Della Casa

La mozione di sfiducia, firmata dall'intero gruppo del M5s è stata protocollata nella mattina di venerdì presso gli uffici municipali

Roberta Della Casa

Una mozione lunga cinque pagine quella con cui il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle in IV municipio ha deciso che la misura  è colma e che è giunto il tempo di sfiduciare la presidente Roberta Della Casa. Con lei, da tempo, nessuna intesa risulta possibile, con un divario tra il parlamentino di via Tiburtina e la giunta pentastellata diventato ormai ingestibile.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la direttiva di giunta del 16 aprile, a firma di Stefano Rosati (assessore alla cultura) che fornisce indicazioni circa l'utilizzo di 90mila euro da destinare alla realizzazione degli eventi di Villa Farinacci.

I cinque stelle, attraverso il nostro giornale, avevano lanciato un aut aut a Della Casa: il ritiro della direttiva o il ritiro delle deleghe. Già perché per i grillini del IV l'unico modo in cui sarebbe stato giusto spendere quei soldi era destinarli al sociale, in aiuto alle famiglie indigenti, alla ripresa delle attività commerciali nella fase 2 dell'emergenza Covid-19. Ma la minisindaca aveva fatto spallucce rilanciando con una provocazione: il consiglio su questo non può incidere, può sfiduciare. Tre giorni di riflessioni per la maggioranza, necessari a mettere tutti d'accordo, annunciati a Roma Today con un "no comment" da parte della capogruppo Germana Di Pietro.

mozione2-3

mozion22-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I pentastellati del tiburtino in questi quattro anni di governo Della Casa hanno mandato giù bocconi molto amari, uno di questi è senza dubbio rappresentato dalla "cacciata" di Rolando Proietti Tozzi, ex assessore alle politiche sociali del IV, pezzo grosso del M5s e vicino a tutto il gruppo di maggioranza. Anche le dimissioni di un consigliere pentastellato, provato dopo l'approvazione della chiusura degli asili nido che ha mandato di fatti a spasso molte famiglie. Sul piatto della bilancia hanno pesato le assenze di Della Casa ai consigli, degli assessori alle convocazioni, la mancata presa in carico in giunta delle richieste votate dal consiglio. Insomma, al Tiburtino Della Casa ha comandato da sola già fin da subito perdendo la maggioranza che con qualche mal di pancia adesso ha detto basta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento