TiburtinoToday

San Basilio, senza casa dopo l'incendio: famiglie trasferite a Saxa Rubra

Le famiglie rimaste senza casa sono state accompagnate in un residence a Saxa Rubra. Intanto è partita la richiesta di bonifica al Dipartimento ambiente

“Le famiglie sono state accompagnate in un residence nel quartiere Saxa Rubra dove resteranno per 30 giorni, non sono state divise”. E’ Germana di Pietro, presidente della commissione servizi sociali, a spiegare i provvedimenti adottati all’indomani dell’incendio di via Gigliotti a San Basilio.

L’incendio ha colpito le abitazioni di via Gigliotti

Nel pomeriggio di martedì un incendio ha invaso parte del quartiere San Basilio colpendo delle abitazioni, nella zona di via Gigliotti. Ore di paura per i residenti che hanno visto il divamparsi delle fiamme già dalle “marane”, i fossi situati a poca distanza da via Gigliotti. Un lungo intervento da parte dei vigili del fuoco ha scongiurato il peggio ma cinque famiglie, in totale 26 persone, sono rimaste senza casa.

“Resteranno nel residence per 30 giorni”

La loro casa è andata in fumo con l’incendio di martedì che ha colpito parte del quartiere San Basilio, la zona di via Gigliotti fino alla fine di via Montegiorgio. Tra loro ci sono anche minori. Si tratta in totale di 26 persone, cinque famiglie che dalla notte di martedì vivono in un residence a Saxa Rubra: “Per 30 giorni resteranno qui – ha spiegato Di Pietro – poi entreranno all'interno delle procedure che il Comune adotta in questi casi, si tratta di cittadini italiani regolarmente censiti”.

Della Casa: “Confidiamo nella magistratura per conoscere l’origine dei roghi”

Intanto si aspetta di conoscere quali cause abbiano scatenato l’incendio di martedì “Confidiamo nella magistratura per conoscere l’origine dei roghi presumibilmente dolosa stando a quanto dicono gli esperti” ha fatto sapere la minisindaca Roberta Della Casa in riferimento anche all’incendio di via Grisolia, strada parallela di via Gigliotti “dove si è attivato un focolaio che in serata ha generato una nube di fumo molto densa”. Sull’apporto delle istituzioni ha sottolineato: “ Il Municipio è stato presente tutto il tempo in un’opera di coordinamento costante con il Campidoglio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento