San Basilio San Basilio / Via Treia

Il caso dei nidi 'Bimbilandia' e 'Giocolandia' arriva in Campidoglio

Emiliano Sciascia: "Auspico che la riunione organizzata per il prossimo 3 giugno in Campidoglio porti ad una soluzione condivisa che tuteli la continuità lavorativa delle lavoratrici e la serenità dell'utenza".

Gli asili nido 'Bimbilandia' e 'Giocolandia' rischiano di chiudere battenti già a partire dal prossimo 5 luglio. Il timore è dato dalla sentenza del Consiglio di Stato che stabilisce la decadenza del Punto Verde Qualità 5.15 del Piano di Zona Torraccia C1 e la fine della concessione con l'amministrazione capitolina con cui il nido è in convenzione. Attualmente il numero delle lavoratrici impiegate all'interno dei due asili è di 70 unità, e sono circa 230 gli utenti che usufruiscono dei servizi di 'Bimbilandia' e 'Giocolandia'. 

Sono in molti ad opporsi alla chiusura degli asili e oltre a lanciare appelli agli uffici competenti, genitori e insegnanti scendono in piazza. Proprio questa mattina, infatti, in occasione dell'evento organizzato dal liceo Benedetto Croce sul bullismo, le famiglie degli iscritti, insieme alle lavoratrici hanno manifestato per attirare l'attenzione dell'Assessore Masini. 

A scongiurare la chiusura dei due asili di Torraccia e San Basilio, anche il presidente del IV Municipio, Emiliano Sciascia che, dopo aver lanciato un appello all'assessore Paolo Masini, dichiara: "Auspico che la riunione organizzata per il prossimo 3 giugno in Campidoglio alla presenza degli assessori Sabella, Scozzese e Masini, porti ad una soluzione condivisa che tuteli la continuità lavorativa delle lavoratrici e la serenità dell'utenza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso dei nidi 'Bimbilandia' e 'Giocolandia' arriva in Campidoglio

RomaToday è in caricamento