San Basilio San Basilio

S. Basilio, famiglia gestisce centrale dello spaccio: in arresto

A finire in manette una madre e i suoi 2 figli, romani. Sequestrate anche 3 mila dosi di stupefacente per un valore sul mercato di oltre 60 mila euro. Le dosi erano state nascoste anche nelle tubature

Scoperta una vera e propria centrale di distribuzione della droga all'interno di un appartamento nella zona di S. Basilio. A gestirla una famiglia romana composta da madre e due figli. I malviventi sono stati arrestati giovedì sera. La polizia e i carabinieri hanno fatto un blitz nell'appartamento e li hanno sorpresi all'interno. Sequestrate anche circa 3.000 dosi di stupefacente già confezionate e nascoste ovunque, anche all'interno dei tubi idraulici.

L'operazione è stata decisa dopo alcune notti di osservazione. In particolare, nella zona dell'appartamento era stato notato uno "strano via vai", che ha trovato conferma ieri, intorno alla mezzanotte. Alla vista del primo equipaggio delle volanti della questura, i due fratelli, di 24 e 26 anni, si sono precipitati verso il portone dello stabile, entrando all'interno. A quel punto, dopo che gli equipaggi hanno bloccato le possibili vie di fuga dall'edificio, è scattata l'irruzione.

Il video del sequestro

Dopo le resistenze dei due, gli operatori sono riusciti ad entrare. Gli equipaggi, appostati ai lati del palazzo, si sono visti piovere dall'alto anche buste contenenti lo stupefacente, che i componenti del gruppo familiare hanno lanciato dalla finestra nel tentativo di disfarsene.

Confezionate in modo meticoloso all'interno di piccole buste di cellophane, la marjiuana, l'hashish e la cocaina recuperata nell'appartamento erano pronte per la consegna. La perquisizione ha consentito il recupero della droga nascosta anche all'interno di alcuni tubi celati da un finto wc in un bagno in disuso. La sala da pranzo fungeva invece da ufficio: lì venivano gestiti "gli affari di famiglia".

Nella credenza, quasi come un archivio, gli agenti hanno trovato rubriche, fogli e appunti riassuntivi contenenti cifre e nomi riconducibili all'illecita attività di spaccio, oltre ad un bilancino di precisione, un cofanetto contenente denaro contante e 11 telefoni cellulari sui quali sono in corso accertamenti.

I tre componenti il nucleo familiare sono stati accompagnati presso il Commissariato San Basilio ed arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Denunciata in stato di libertà per lo stesso reato anche una 19enne, fidanzata di M.M. e ospite nell'appartamento al momento della perquisizione.

 


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

S. Basilio, famiglia gestisce centrale dello spaccio: in arresto

RomaToday è in caricamento