Domenica, 24 Ottobre 2021
San Basilio San Basilio / Via Tiburtina, 1163

Mancano i fondi per l'assistenza ai disabili del Tiburtino. I dem: "L'assessore si dimetta"

Ammonta a circa 600mila euro la somma necessaria a coprire l'assistenza domiciliare

Un'estate calda al Municipio IV per gli amministratori a cinque stelle: nella casse municipali manca la somma necessaria per coprire l'assistenza ai disabili del Tiburtino (di ogni fascia di età), circa 600mila euro. Un assist per il Partito Democratico che punta il dito contro l'assessorato al sociale e chiede le dimissioni di Rolando Proietti Tozzi. Ma non solo: sul banco degli "imputati" ci finisce anche un atto di indirizzo non discusso in consiglio presentato dalla presidente Roberta Della Casa. 

Il Partito Democratico: "L'assessore Tozzi si dimetta"

Andiamo con ordine. Durante la prima settimana del mese di agosto (il 7 c.m.) si è svolta la commissione politiche sociali che ha fatto emergere alcune criticità non solo legate alle proroghe relative agli AEC (assistenti educativa e culturale) ma anche, e soprattutto, ai fondi relativi all'assistenza disabili sul territorio del Tiburtino. "I soldi necessari per l'assistenza domiciliare non si sono ottenuti neanche con l'assestamento di bilancio – ha precisato Emiliano Sciascia, consigliere dem – l'assessore Tozzi non vede, non sente e non parla". Già perché per i dem il titolare della delega ai servizi sociali della giunta Della Casa sarebbe stato bypassato dalla presidente del Municipio. "Un assessore che non è in grado di incidere e sfiduciato di fatto dalla Presidente Della Casa non puó che rassegnare le proprie dimissioni per evitare ulteriori e più gravi problemi in una materia tanto delicata". 

"La direttiva del 16 agosto sembra un vero e proprio blitz, dubbi sull'iter"

Nella mattina del 16 agosto la presidente del Municipio, Roberta Della Casa, ha presentato un atto di indirizzo: "La direttiva numero 8 del 16 agosto sembra un vero e proprio blitz – ha tuonato Nicolò Corrado, presidente della commissione trasparenza - Una giunta nel deserto romano del 16 Agosto decide che tutti i soldi residui destinati ai diversi centri di costo relativi alle politiche sociali devono essere svuotati per andare a coprire le esigenze del servizi Saish che il IV Municipio non riuscirà a garantire fino a fine anno". Un'alternativa che per i dem non porterebbe soluzioni: "Restano dubbi anche sull'iter seguito e sulla legittimità di uno spostamento di risorse su cui chiederemo lumi alla Presidente in commissione Trasparenza e se necessario anche in sede di consiglio – ha concluso Corrado - Se per la giunta del Movimento 5 Stelle del IV Municipio il loro uno vale uno vuol dire che gli ultimi devono rimanere ultimi,per noi equità sociale vuol dire non lasciare nessuno indietro". 

"Non rispondo alle provocazioni"

Abbiamo raggiunto l'assessore al sociale Rolando Proietti Tozzi che si è astenuto da ogni commento riguardo la richiesta di dimissioni che i dem hanno avanzato nei suoi confronti e ribadendo il suo impegno sul territorio ha dichiarato: "Non rispondo alle provocazioni del Partito Democratico". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i fondi per l'assistenza ai disabili del Tiburtino. I dem: "L'assessore si dimetta"

RomaToday è in caricamento