TiburtinoToday

San Basilio piange Domenico Gallucci, da segretario Dc a fondatore del Partito Democratico

I funerali nella mattina di mercoledì presso la chiesa di via Recanati. Casu (PD): "Si è sempre battuto per i valori in cui credeva"

Foto di Unrra Casas

È morto lunedì Domenico Gallucci, all’età di 82 anni, con lui se ne va un pezzo di storia e di politica del territorio e dell’intera città. Vissuto sempre a San Basilio, Domenico nonostante gli anni e la malattia, continuava ad essere un punto di riferimento per quanti lo conoscevano e lo stimavano. Gente comune, militanti, politici: molti in queste ore si stringono intorno al dolore del figlio Carlo e dei suoi famigliari.

“Era un politico d’altri tempi”

Domenico è stato un politico amato a San Basilio ma soprattutto una persona che ha fatto del bene a tante famiglie. Il suo ricordo è tangibile nella nostra Associazione Culturale Unrra Casas con aneddoti affettuosi. Era il nostro presidente onorario” ha detto al nostro giornale Tommaso Ferrera. “Spesso abbiamo sostenuto linee politiche diverse all’interno del Partito democratico ma sempre nel pieno rispetto reciproco – ha raccontato ai nostri taccuini Emiliano Sciascia, consigliere dem del tiburtino - Ne è stata un esempio la campagna elettorale del 2013 quando fui candidato presidente del Municipio, è vivo ancora in me il ricordo della passeggiata a San Basilio sotto braccio a Domenico (che alle primarie del centrosinistra aveva fatto scelte diverse) al mercato fisso, per i lotti popolari del quartiere. Era un politico di altri tempi: fermo nelle proprie scelte ma sempre disposto ad anteporre l’interesse della comunità politica a quello della singola parte”.

Casu (PD): “Non ha mai smesso di battersi per i valori in cui credeva"

A ricorda Domenico anche Andrea Casu, segretario PD Roma: “Ho conosciuto Domenico Gallucci all'inizio del mio impegno politico e negli anni ho sempre apprezzato il suo impegno per Roma per San Basilio, le sue qualità umane e politiche – ha aggiunto il segretario romano del PD - Non mi ha mai parlato di quel 17 maggio 1980, quando giovanissimo segretario della Sezione DC è stato ferito con sei colpi di pistola, ma so che da allora non ha mai smesso di battersi per le idee e i valori cui ha dedicato tutta la vita, che lo hanno portato ad essere fondatore e sostenitore del Partito Democratico fino a ieri, quando dopo una lunga e dolorosa malattia ci ha lasciato”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali nella mattina di mercoledì, alle ore 11.30 nella chiesa di via Recanati a San Basilio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento