Lunedì, 14 Giugno 2021
San Basilio Tor Cervara / Via Eneide

Un asilo chiuso, un parco abbandonato, erbacce e rifiuti: benvenuti in via Eneide

I residenti di via Eneide lamentano l'abbandono e il degrado

Un asilo nido mai aperto, un parco privo di aree gioco e area cani, erbacce e rifiuti. Siamo in via Eneide, una strada senza uscita che parte da via di Tor Cervara, nell'omonimo quartiere all’altezza del civico 133. La strada è stata inaugurata tre anni fa quando sono terminati i lavori di costruzione di tre condomini e della struttura destinata a diventare una scuola. Non solo, in questa strada anche l’incolumità dei pedoni è a rischio. 
“La struttura scolastica, ormai in stato di abbandono, non è mai stata inaugurata, ad aprile 2017, la Presidente del IV municipio, ha annunciato che l'asilo sarebbe stato aperto, di fatto includendolo nelle scelte dei nidi sul portale di Roma Capitale, senza che la struttura fosse mai stata visibile agli utenti, i quali, al di fuori dei residenti della via in oggetto, non ne conoscevano l'esistenza” hanno spiegato alcuni residenti a Roma Today. 

Degrado ambientale

In fondo a via Eneide si trova largo Cassandra: “Qui è stato costituito un parco, inaugurato e consegnato dal Comune nel dicembre dello scorso anno ma non ci sono giochi ne un’area cani e i cestini presenti non vengono svuotati, se non dagli utenti stessi, e ormai il prato è disseminato di escrementi di cane, rendendo impossibile far giocare, senza conseguenze, i bambini” hanno aggiunto i residenti. In largo Cassandra vacilla anche la pulizia: “Intorno la recinzione, come su tutta la via, la pulizia stradale non viene effettuata da circa un anno, con la conseguente presenza di erbacce a bordo strada ed immondizia”. 

La sicurezza che non c’è

I residenti lamentano anche l'assenza di sicurezza sulla via, sopratttto all'incrocio con via di Tor Cervara: "Si sono verificati già diversi incidenti - hanno spiegato - questo punto è pericolo sia per gli automobilisti che per i pedoni". E da qui le richieste dei residenti della via: "Abbiamo richiesto l'installazione di un semaforo a chiamata, bande sonore, autovelox o qualunque dispositivo volto ad impedire condotte contrarie al codice della strada". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un asilo chiuso, un parco abbandonato, erbacce e rifiuti: benvenuti in via Eneide

RomaToday è in caricamento