TiburtinoToday

Tiburtino: in piena emergenza coronavirus i 5stelle pensano al Capodanno e a UEFA Euro 2020

I fondi già stanziati a bilancio saranno impegnati per attività culturali entro dicembre 2020 anche in rapporto alle future possibili norme governative

Cosa fa la politica a cinque stelle in tempi di emergenza da Covid-19? Lavora all'articolazione (con le eventuali modifiche di possibili norme governative anticontagio) al cartellone degli eventi culturali che si svolgeranno entro il 2020 a Villa Farinacci e nel resto del IV Municipio, disponendo l’impegno della cifra di 90mila euro per la realizzazione di iniziative a Villa Farinacci (fondi già stanziati in bilancio). A stabilirlo una direttiva di giunta, riunitasi, quest'ultima, nella giornata di giovedì. A firmarla l’assessore alla cultura Stefano Rosati e che impartisce al direttore della direzione socio-educativa di provvedere a coordinare le procedure. Nel testo della direttiva, viene indicato come la somma di 90mila euro debba essere comprensiva di ogni spesa e viene spiegato anche che “rimane un compito irrinunciabile pianificare servizi culturali pur in un momento in cui la popolazione è seriamente provata dall’emergenza legata alla diffusione del Covid-19”.

Nell’intera somma di 129mila euro, oltre i 90mila euro per gli eventi a Villa Farinacci, sono compresi 5mila euro per Cosplay Tiburcomics, programmato per settembre, 500 euro evento sulle donne spostato a data da destinarsi, 2mila euro per un percorso cromatico al museo del pleistocene, 10mila per gli eventi al centro culturale Gabriella Ferri. Inoltre 35.714 euro destinati a eventi e iniziative per UEFA EURO 2020 (rinviato al 2021) saranno rimodulati. 

"Il M5s non si interessa dei più deboli"

Immediata la reazione del gruppo del Partito Democratico che ha considerato la direttiva di giovedì come “Totale disinteresse per i problemi dei più deboli, il Movimento Cinque Stelle è lontanissimo dai bisogni dei cittadini – ha detto Massimiliano Umberti, capogruppo dem del tiburtino - Della Casa e il suo fido scudiero Rosati spendono e spandono soldi per la cultura quando le persone stanno morendo di fame. Per la presidente Della Casa e la sua giunta è più importante il Capodanno che il quotidiano diritto di ogni cittadino di mettere il piatto a tavola. Abbiamo chiesto tante volte di spostare i fondi”. 

La replica della minisindaca Della Casa 

Abbiamo raggiunto al telefono la minisindaca per capire perché questi fondi, in tempi di emergenza, non sono stati dirottati sui bisogni dei cittadini. “I fondi era già stanziati in bilancio nel capitolo della cultura, gli uffici stavano già lavorando alle procedure – ha detto – Abbiamo solo precisato di valutare l’ipotesi che le modalità di svolgimento possano essere diverse”. Ha aggiunto: “Non si deve fermare tutto, non possiamo sovrapporre altre misure, il Comune di Roma ha disposizione 25milioni di euro, in questo momento non serve altro ciò nonostante in fase di assestamento di bilancio se ci saranno economie per progetti non realizzati potremmo usarli per la ripresa economica. Non dimentichiamo che anche nell’ambito della cultura ci sono lavoratori e famiglie”. 

E se per Della Casa “nessuno rimarrà senza il pacco alimentare”, per Dino Bacchetti, capogruppo Forza Italia “Ci sono famiglie che non riescono ad arrivare neppure alla fine della settimana, questo atteggiamento è vergognoso” ha detto indignato al nostro giornale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla commissione una nota di contestazione per l'assessora Parrilla

Intanto, nella mattina di venerdì, durante la commissione delle pari opportunità è passata all’unanimità (voti di maggioranza e opposizione) una nota di “contestazione sull’operato e sulla condotta omissiva dell’assessora Parrilla”. Non solo, è passata anche una lettera con cui si chiede alla presidente il ritiro delle deleghe all’assessora Parrila (bilancio e pari opportunità), “documento approvato grazie all’astensione del consigliere cinque stelle Fisher” ha fatto sapere Bacchetti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento