rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
San Basilio Tor Cervara / Via Jacopo della Quercia

Casale Caletto, il centro culturale è ancora chiuso. La rabbia dei cittadini

Per anni è stato un punto di riferimento della vita associativa del quartiere

Il centro culturale di via Jacopo della Quercia è stato per anni il punto di riferimento di Casale Caletto, un quartiere collocato a ridosso di due municipi: il quarto e il quinto. “Chiuso per motivi amministrativi” ha spiegato Stefania del comitato di quartiere ai nostri taccuini, il centro non ha ancora riaperto nonostante i tentativi – vani fino ad ora – di riportarlo in attività.

Casale Caletto è tra i lembi più periferici di Roma, incastonato in tre diverse competenze municipali è finito spesso all’ordine del giorno di varie commissioni tra via Tiburtina – San Basilio e viale Cambellotti – Tor Bella Monaca. A novembre del 2019, la maggioranza a cinque stelle, all’epoca alla guida del Tiburtino prima della sfiducia all’unanimità della minisindaca, ha votato e approvato una mozione per sancire il passaggio del quartiere al V municipio. Le opposizioni intanto chiedevano la convocazione di una commissione ‘in loco’: presso il centro culturale ancora chiuso di Casale Caletto. Qualche giorno prima, al Tiburtino, associazioni e realtà territoriali hanno battuto i pugni sul tavolo municipale per chiedere attenzione e soluzioni.

Tra gli interventi più urgenti la riapertura del centro di via Jacopo della Quercia che, dalla sua chiusura avvenuta tre anni fa, ha lasciato il quartiere completamente orfano di ogni forma di aggregazione e di un luogo dove incontrarsi. Anche sotto la guida di Mirko Frezza, già presidente del comitato di quartiere e attore insieme a Alessandro Borghi nell’interpretazione del film ‘Il mio più grande sogno’, il centro culturale era diventato un punto di riferimento dove organizzare festival e rassegne. “Vogliamo che torni come spazio dedicato ai cittadini” ha concluso Stefania che, insieme al comitato di quartiere, ha avviato più volte interlocuzioni con l’amministrazione municipale. Intanto, stando a quando si apprende da via Tiburtina, il Municipio IV sta lavorando a un affidamento temporaneo di una guardiania, in attesa del bando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casale Caletto, il centro culturale è ancora chiuso. La rabbia dei cittadini

RomaToday è in caricamento