menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti non raccolti - viale Torre di Pratolungo

Rifiuti non raccolti - viale Torre di Pratolungo

Rifiuti non raccolti a Casal Monastero, la rabbia del comitato: "Basta, avviamo class action"

A partire da settembre l’avvio di una class action per chiedere il rimborso della Tari a causa del disservizio

Rifiuti non raccolti da giorni soprattutto nelle vie secondarie del quartiere. Siamo a Casal Monastero, tra i territori più periferici del IV Municipio dove i sacchetti della spazzatura restano davanti alle abitazioni. Il comitato: “Basta, non vogliamo continuare a pagare disservizi”.

Prima un esposto al gabinetto della sindaca, inviato anche al prefetto, alla polizia e alla Regione, poi l’annuncio di una class action. A Casal Monastero è in vigore da tempo la raccolta dei rifiuti con la modalità “porta a porta” e con la collocazione dei cassonetti condominiali nei pressi delle abitazioni. Da tempo però i rifiuti vengono raccolti a singhiozzo e alcune strade secondarie come via San Giovanni in Argentella e viale Torre di Pratolungo somigliano sempre di più a mini discariche a cielo aperto.

“Da marzo segnaliamo i disservizi della raccolta rifiuti – ha spiegato al nostro giornale Elvina Gjoni, presidente del comitato di quartiere Casal Monastero – Oltre che un problema di decoro, si profila anche e soprattutto un problema legato all’emergenza sanitaria”. Ha aggiunto: “A partire da settembre chiederemo il rimborso della Tari, non è possibile continuare a pagare un disagio”. Presso la sede del comitato la modulistica necessaria per la class action.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento