menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casal Monastero, bandoni dimenticati e mini discariche: ecco via di Sant'Alessandro

In via di Sant'Alessandro bandoni dimenticati di un cantiere chiuso da anni preoccupano i residenti. Intanto, sulla stessa via anche mini discariche di materiale edile di risulta

Bandoni pericolanti e mini discariche di materiale edile di risulta. Si presenta così via di Sant'Alessandro nel quartiere Casal Monastero del Municipio Roma IV. Dal gruppo decoro del comitato diverse segnalazioni agli uffici Ama fino ad ora, però, cadute nel vuoto.

Il cantiere in via di Sant'Alessandro è stato chiuso tre anni fa quando sono stati ultimati i lavori alla scuola elementare di via Poppea Sabina. Da quel momento però i bandoni che recintavano l'aria cantierizzata sono rimasti qui, abbandonati. Ad oggi però costituiscono un vero e proprio pericolo perché soprattutto con le folate di vento cadono in strada, sui marciapiedi e rappresentano un disagio per i pedoni.

Ma non è tutto. Sempre qui in via di Sant'Alessandro, una delle strade principali del quartiere, nel corso del tempo, si sono formate delle mini discariche al cui interno sono contenuti oltre materassi, sacchi neri, plastica e cartoni anche materiali edili di risulta. Fino ad ora le discariche sono due, una difronte all'altra. Un problema di decoro quindi che dal comitato di quartiere è stato più volte sollevato agli uffici di competenza.

"Da tempo segnaliamo lo stato di abbandono dei bandoni - spiega Elvina Gjoni, responsabile del gruppo decoro del comitato di quartiere - qui rapprensentano, oltre al degrado in senso stretto anche pericolo". Così puntualizza: "Con il vento forte i bandoni tendono a spostarsi e a raggiungere il marciapiedi, inoltre all'interno delle lamiere ci sono chiodi che potrebbero ferire i passanti". Sull'intervento del comitato aggiunge: "Abbiamo avanzato richieste di intervento agli organi competenti ma ad oggi non è stata effettuata nessuna operazione di bonifica". Un discorso analogo anche per la presenza delle mini discariche: "Abbiamo segnalato ad Ama il fenomeno attraverso l'invio di mail ma le discariche sono ancora qui - conclude - seguiremo la vicenda fino a quando le nostre richieste non saranno accolte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento