Giovedì, 24 Giugno 2021
San Basilio Casal Monastero / Via Poppea Sabina

Casal Monastero, ancora chiuso l’asilo nido. Monta la rabbia dei residenti: “E’ uno spazio del quartiere”

Si temono atti vandalici e occupazioni, gli abitanti denunciano le mancate promesse di Comune e Municipio

Porte azzurre, finestre colorate, pannelli solari e un pavimento di geometrie. Benvenuti all’asilo nido di via Poppea Sabina, a Casal Monastero, che da anni, nonostante i lavori siano stati ultimati nel 2016, è ancora chiuso suscitando rabbia e indignazione da parte dei cittadini. “Questa struttura deve essere messa a disposizione della collettività” hanno spiegato dal comitato di quartiere al nostro giornale

L’immobile costruito in una delle strade principali di Casal Monastero avrebbero dovuto servire un’utenza fino a 3 anni di età e rispondere alle esigenze delle famiglie del quartiere e dei territori limitrofi del IV Municipio. Dopo un incontro in Campidoglio lo scorso settembre, cittadini e comitato avevano iniziato a sperare in una imminente apertura: “Era stato assicurato che l’immobile sarebbe stato acquisito dal Municipio e che già a partire da gennaio sarebbe stato possibile effettuare le iscrizioni per l’anno 2021/2022 – hanno aggiunto dal comitato – Invece scopriamo che il Municipio non ha preso in carico la struttura, ci siamo rivolti al Simu, aspettiamo risposte”.


Per i residenti di Casal Monastero la struttura deve essere utilizzata dal quartiere: “Non possiamo rischiare atti di vandalismo o che la scuola finisca nel degrado, vorremmo poter utilizzare lo spazio anche come luogo di aggregazione” ha concluso Elvina Gjoni, presidente del comitato. A marzo di quest’anno, la struttura comunale mai aperta di via Poppea Sabina è stata teatro di sit-in organizzato da Asia-USB. Anche il sindacato puntava alla riapertura immediata come sostegno alle famiglie che altrimenti dovrebbero rivolgersi ai nidi privati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casal Monastero, ancora chiuso l’asilo nido. Monta la rabbia dei residenti: “E’ uno spazio del quartiere”

RomaToday è in caricamento