menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da 'Affacciati alla finestra, Sanba'

Foto da 'Affacciati alla finestra, Sanba'

San Basilio, esplode l'arte (dal basso) tra i lotti del quartiere

Dodici compagnie teatrali hanno risposto all'invito del centro popolare di via Mechelli. Gli abitanti: "Il quartiere ha bisogno di cose belle"

A San Basilio c'è voglia di arte, di musica, di danza e di teatro. Lo hanno dimostrato le decine di persone affacciate alla finestra domenica mattina per partecipare, come pubblico, allo spettacolo messo in piedi dal centro popolare di via Mechelli che con caparbietà e determinazione ha chiamato ‘alle arti’ dodici compagnie teatrali in una delle periferie più degradate della città. L’obiettivo? Dimostrare che a San Basilio si può fare teatro e che i lavoratori dello spettacolo non devono essere dimenticati.

Il palcoscenico è stato il cortile dei lotti (simbolo del quartiere e della lotta alla casa) tra via Morrovalle e via Corinaldo che rappresenta la storia di San Basilio. È qui, in una calda mattina di febbraio che gli artisti sono andati in scena al grido ‘Siamo il teatro popolare di San Basilio’ nell’ambito della manifestazione intitolata ‘Affacciati alla finestra, Sanba’.

Un musicista e il suo sassofono hanno aperto le danze per invitare gli abitanti dei lotti allo spettacolo. Poi un tripudio di colori, performance e danza, tra chitarre, maschere e improvvisazioni. Già nelle scorse settimane, il corso di teatro popolare del centro popolare di via Girolamo Mechelli era andato in scena in piazza della Balena con un flash mob per aprire il sipario in periferia.

“Un’iniziativa importante perché ancora una volta abbiamo dimostrato che si può fare cultura a Roma, in periferia – ha detto Fabrizio Esposito del gruppo teatro – Questa città non è solo Centro e Colosseo, è anche borgate e luoghi simbolo, come quelli raggiunti oggi che rappresentano la storia di San Basilio”. Ha concluso: “Il teatro non è solo uno svago, è di vitale importanza e può dare valide alternative se finanziato pubblicamente”.

Sull’evento di domenica mattina anche Giorgio Squilloni del tavolo cultura di Potere al Popolo: “Ringrazio il centro popolare e tutte le realtà che hanno partecipato all’iniziativa, vorrei ringraziare anche le istituzioni ma sono assenti perché hanno completamente dimenticato la cultura dell’arte dello spettacolo e dell’aggregazione sociale – ha aggiunto – I quartiere periferici sono diventati dormitori dove le iniziative, ormai, vengono messe in campo solo dalle realtà sociali”. Tanti i cittadini di San Basilio che nel corso dell'evento hanno ripetuto: "Il quartiere ha bisogno di queste cose belle". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento