menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandono scolastico: parte da San Basilio la battaglia del IV municipio

E' stato presentato il protocollo d'intesa tra il Municipio IV, l'Istituto Comprensivo Gandhi e la Fondazione Intervita Onlus contro l'abbandono scolastico

Ogni anno 2 ragazzi su 10 rischiano di abbandonare la scuola, e spesso è un abbandono definitivo. Per impedire che questo accada il Municipio IV di Roma, l'Istituto Comprensivo Gandhi e la Fondazione Intervita Onlus, dopo mesi di incontri, ?hanno approvato un protocollo d'intesa per interventi che mirano a diminuire l'abbandono scolastico? tra i giovani. Il progetto è stato presentato questa mattina, 14 marzo, presso il Centro Culturale Aldo Fabrizi 

I vari enti si impegneranno infatti a prevenire nel quartiere di San Basilio la dispersione scolastica, diffusa soprattutto negli adolescenti tra i 9 e i 16 anni. Sostenitrice del progetto è anche la cooperativa sociale Ampio Raggio, promotrice fin dal 2002 di progetti a tutela di minori a rischio di disagio sociale. 

Le cifre della dispersione scolastica parlano chiaro, e sono preoccupanti: il 17-19% dei ragazzi abbandona la scuola prima della fine dell'obbligo scolastico. Il fenomeno cresce ancor di più se si fa riferimento a situazioni di degrado e si guarda ai quartieri periferici, dove si parla di un ragazzo su cinque che abbandona la scuola. "Anche per questo abbiamo voluto fortemente questo protocollo d'intesa - dichiara Emiliano Sciascia, presidente IV Municipio di Roma - per intervenire sul tessuto sociale del nostro territorio attraverso uno strumento così importante come la scuola". 

Questo progetto sarà a impatto zero per le finanze dell'amministrazione pubblica perchè sarà finalizzato al coinvolgimento dei ragazzi in attività extrascolastiche che possano servire da stimolo ma anche come divertimento. Vivere delle situazioni comunitarie e di svago all'interno delle mura scolastiche può aiutare gli adolescenti ad associare l'istituzione scolastica non solo ad un obbligo ma anche a delle situazioni e sensazioni piacevoli. 

"Il mio impegno nei confronti del territorio - prosegue Sciascia - è proprio quello di migliorare per quanto possibile le condizioni di vita dei cittadini, dalle piccole sfide quotidiane ai progetti ad ampio respiro come questo".

"Con la firma di questo protocollo facciamo oggi un passo avanti nel percorso di integrazione delle nostre periferie: riducendo la dispersione scolastica si ricuce quel tessuto formativo, ma anche culturale e sociale, che oggi è troppo spesso deteriorato e che per questo può portare all’emarginazione", dichiara  l’Assessore Paolo Masini. 

Ad aiutare il progetto di rilancio territoriale interverrà anche una rete nazionale come quella di Frequenza 200, "network di buone prassi e di contrasto alla dispersione scolastica. Il progetto si svilupperà per almeno due anni - precisa Alessandro Volpi, responsabile programma Italia Intervita - e nasce come espressione e lavoro sul territorio attraverso un lavoro congiunto tra Intervita, scuola e municipalità, tant'è che abbiamo identificato il luogo d'azione principale nella ex scuola secondaria di I grado Federico Fellinì di via della Pergola 19". 
Frequenza 200, un’organizzazione non governativa di Intervita Onlus, ha come obiettivo primario quello di migliorare le condizioni di vita delle fasce più deboli di popolazione.  
Con Frequenza200 a San Basilio nasce il primo progetto di Intervita a Roma che - conclude Volpi- ha l'obiettivo di sostenere oltre 500 tra bambini e ragazzi nel permanere nel percorso formativo e scolastico; inoltre offrirà supporto a famiglie e ai diversi docenti che potremo coinvolgere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento