rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Ponte Mammolo Casal de Pazzi / Viale Rousseau

Villa Farinacci ancora chiusa, Leobruni: "Non può essere lasciata all'incuria"

Annarita Leobruni: "Tutti vogliamo la riapertura della Villa, affinchè avvenga presto l'utilizzo del bene pubblico da parte dei contribuenti e quindi dei cittadini. Non può essere lasciata all'incuria e ai vandali"

Ristrutturata da tempo ma ancora chiusa. E' questa la situazione di stallo in cui perpetua Villa Farinacci, nel quartiere Casal de' pazzi. A gran voce, l'istituzione municipale ne chiede la riapertura così da restituire il bene ai cittadini. L'immobile, ristrutturato dal Ministero dell'Ambiente, dovrebbe essere gestito attraverso la condivisione di un atto di concessione tra il Comune e il Municipio. A quest'ultimo, infatti, spetterebbe la gestione di due locali, per un totale di circa 100 mq e una parte del giardino. "Dopo aver apportato le modifiche necessarie - commenta Emiliano Sciascia, presidente del IV Municipio - siamo in attesa di un riscontro ministeriale ma l'iter burocratico sembra essersi arenato nel mese di ottobre dello scorso anno".  

A sensibilizzare l'intervento del Ministero Dell'Ambiente, è giunta una iniziativa promossa dalla consigliera del IV Municipio, Annarita Leobruni della Lista Civica Marino, che domenica 31 maggio ha organizzato l'evento dal titolo "Se non dentro fuori, #villafarinaccilibera". Un sit-in, dinanzi la struttura, durante il quale i partecipanti hanno letto alcune pagine di un libro che avevano portato da casa, per dare l'idea di una biblioteca all'aperto. I cittadini intervenuti, poi, hanno registrato un video messaggio che Leobruni invierà al Ministero dell'Ambiente. "Con la Lista Civica abbiamo fatto inserire nell’ultimo bilancio comunale la richiesta che la Villa possa essere 'presa' in toto dal Comune di Roma Capitale, cosa che si sta discutendo con l’Assessore ai lavori Pubblici del Comune, Pucci. Il Municipio - continua Leobruni - non ha fondi necessari per la gestione della dell'intera struttura". Le due sale destinate al Municipio, infatti, diventerebbero una biblioteca. "Tutti vogliamo la riapertura di questa Villa, affinchè avvenga presto l’utilizzo del bene pubblico da parte dei contribuenti e quindi dei cittadini. Villa Farinacci non puo’ essere lasciata all’incuria e ai vandali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Farinacci ancora chiusa, Leobruni: "Non può essere lasciata all'incuria"

RomaToday è in caricamento