Ponte Mammolo Ponte Mammolo / Via Mario Pensotti

“Se ce serve na mano famo da soli”: a Ponte Mammolo vince la politica dal basso 

La scritta su un bandone di via Pensotti nei pressi del campo Mammut

È stata realizzata con della vernice rossa su un bandone la scritta che recita “Se ce serve na mano famo da soli”. Siamo in via Pensotti, nei pressi del campo Mammut a Ponte Mammolo, uno dei tanti quartieri di periferia dove l’assenza di interventi da parte delle istituzioni pesa ogni giorno di più e dove i residenti, i comitati e le associazioni si organizzano per provvedere da soli alle necessità. Non solo, creano le condizioni affinché l’attenzione di chi di dovere si catalizzi sui disagi come nel caso del parco Cicogna

La scritta è stata realizzata dal Comitato Mammut che nel quartiere Ponte Mammolo è una realtà associativa di grande portata. Sono stati gli attivisti del comitato a spingere per la riqualificazione di alcune zone e in molti casi hanno provveduto da soli. Uno degli ultimi esempi è senza dubbio la realizzazione del murale su una delle facciate dei lotti. “Un tocco di colore in un quartiere grigio non solo nell’estetica, ma anche nell’emergenza abitativa, nella carenza di servizi, nella disoccupazione, nella scarsità di spazi verdi e di socialità", con queste parole il comitato, promotore dell’iniziativa sottolineava l’importanza delle forme d’arte di valore non solo simbolico ma anche politico. 

“Questa scritta – hanno spiegato ai nostri taccuini gli autori della scritta – non si riferisce a un momento particolare ma vuole raccontare la filosofia che il Casale Alba 2 e il Comitato Mammut stanno portando avanti da anni perché siamo ben consapevoli delle dinamiche della politica istituzionale, quindi ci adoperiamo per fare politica dal basso”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Se ce serve na mano famo da soli”: a Ponte Mammolo vince la politica dal basso 

RomaToday è in caricamento