rotate-mobile
Ponte Mammolo Casal de Pazzi / Via Augusto Comte

Casal de’ Pazzi: i rifiuti non raccolti dopo il mercato indignano i residenti

I residenti di via Comte hanno prospettato una soluzione

I disagi maggiori si vivono nelle giornate ventose, quando i rifiuti non raccolti invadono il piazzale. Siamo a Casal de’ Pazzi nell’area compresa tra via Comte e viale Kant dove tutti i giorni, ad esclusione della domenica, si svolge il mercato. I residenti sono sempre più esasperati e non escludono manifestazioni importanti di dissenso. 

Degrado post mercato

“Spesso cassette di polistirolo vengono sbriciolate o spaccate e lasciate a terra, cibo avanzato viene buttato nello square centrale così da diventare pane quotidiano per i gabbiani che inevitabilmente vengono attratti e contribuiscono a rendere ancora meno decorosa la zona” ha spiegato al nostro giornale un residente di via Comte. A questo, poi, si aggiungono i mancati ritiri da parte dei rifiuti da parte degli operatori Ama e si creano veri e propri cumuli di immondizia che restano nel piazzale anche per diversi giorni. 

La soluzione che i residenti vorrebbero adottare 

“La soluzione che vorremmo prospettare è quella di dotare la piazza di un'area per i cassonetti magari al centro del piazzale in prossimità dell'accesso in cui gli operatori possano differenziare i rifiuti – hanno spiegato i residenti -  AMA avrebbe solo il compito di ritirare e svuotare i cassonetti senza dover provvedere alla vera e propria bonifica dell'area di mercato”. Inoltre: “Le spazzatrici sarebbero impiegate per minor tempo e per un'opera di sola rifinitura”. Infine l’esasperazione: “Non vorremmo dover arrivare a occupare il piazzale con le nostre macchine posteggiate per far valere il nostro diritto di vivere in un posto decoroso e pulito” hanno concluso. 

rifiuti-casal-de-pazzi-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casal de’ Pazzi: i rifiuti non raccolti dopo il mercato indignano i residenti

RomaToday è in caricamento